Il gruppo Terra Viva propone un corso di viticoltura sostenibile mettendo a disposizione di tutti il suo prezioso bagaglio di esperienze e di conoscenze.

"Ho sempre pensato che non si può far da mangiare con prodotti pieni di veleni". Così si presenta Zeno Zignoli, titolare dell' Azienda Monte dei Ragni, perito agrario ed ottimo viticoltore. " Così ho impostato la mia azienda nel rispetto della biodiversità, lasciando altre piante da frutto vicino alle vigne, coltivando l' orto e mantenendo il bosco sopra al vigneto".

Mentre Gigi Aldrighetti, che coltiva le vigne col metodo biologico da sempre (vedi art. /it/notizie/2009-viticoltura-senza-veleni-possibile.html) fa notare che in natura c' è posto per tutti e che parlare di parassiti e di piante infestanti ha senso solo in relazione ad una monocoltura che è sicuramente infestante e parassitaria. "E poi, l' idea di fare ogni anno una quantità superiore di prodotto è innaturale. Ogni anno è diverso ed è normale che una parte del prodotto per diversi motivi vada persa".

Si capisce bene che questi presupposti sono ben lontani dai canoni correnti. Eppure questi viticoltori hanno ottenuto degli ottimi risultati sia in termini di qualità del prodotto sia in termini di vendite. Ma nelle nostre lande nessuno sembra voler seguire le loro tracce.

Da qui nasce l' idea di proporre un corso di Viticoltura Sostenibile rivolto proprio ai piccoli coltivatori che ancora amano il loro lavoro e che potrebbero in questa maniera dare una nuova spinta alla loro attività. C' è da pensarci bene: le grandi aziende vitivinicole, spesso in mano a società straniere, sono sempre meno legate al territorio e possono approvvigionarsi dove e quando vogliono al prezzo che più a loro conviene. Con alcuni additivi chimici ben dosati è poi possibile far assumere al vino qualsiasi profumo, gradazione, corposità, colore e sentore. E il piccolo viticoltore si ritrova con il suo prodotto invenduto.

Paolo Zardini - agronomo, Riccardo Anoardo - perito industriale, Francesco Badalini - perito agrario, Giovanni Beghini - medico omeopata, , Zeno Zignoli - perito agrario, Luigi "Gigi" Aldrighetti- agricoltore, Roberto Marchesini- agricoltore, Marcello Vaona - enotecnico,  propongono un ciclo di incontri così articolato:

I° Incontro martedì 26 ottobre 2010

"Introduzione, esperienze e confronto coltivazione biologica e convenzionale" Relatore Tiziano Quaini

II° Incontro venerdì 29 ottobre 2010

"Vinificazione e trasformazione" Relatore enologo Adriano Zago

III° Incontro martedì 09 novembre 2010

"Viticoltura e Salute" Relatore Giovanni Beghini

IV° Incontro martedì 16 novembre 2010

"Gestione del terreno" Relatore Luisa Mattedi

V° Incontro venerdì 19 novembre

"Gestione fitosanitaria ed entomofauna utile del vigneto" Relatore Enzo Mescalchin

VI° Incontro martedì 23 novembre 2010

"Viticoltura sostenibile e comunicazione" Relatore Francesco Badalini

VII° Incontro martedì 30 novembre 2010

Dibattito sulle esperienze delle aziende partecipanti" Coordina Francesco Badalini

Le aziende che partecipano agli incontri saranno invitate ad esporre le proprie esperienze e a condividerle con il gruppo di corsisti, in un mutuo scambio di informazioni. Lo scopo dell'incontro è informare i presenti e, allo stesso tempo illustrare quale siano le necessità di approfondimenti che saranno trattati nel corso di secondo livello del 2011

VIII° Incontro sabato 04 dicembre 2010

visita azienda bio Coordina Tiziano Quaini

Il corso è organizzato dal gruppo TERRA VIVA in collaborazione con AVeProBi, è finanziato dalla Regione Veneto tramite i fondi della Comunità Europea è patrocinato dal Consorzio di tutela Vino Valpolicella.

Sede degli incontri: Istituto Tecnico Agrario Ettore Stefani, via Lenguin, San Floriano.

Orario degli incontri: 20,00 / 23,00

Per maggiori informazioni ed iscrizioni:

Francesco Badalini 340 4915732

Riccardo Anoardo 348 4108827

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contenuti correlati

Da padroni a prigionieri a casa nostra
Da padroni a prigionieri a casa nostra Una beffa inaudita, una nemesi storica perfetta, un rovesciamento delle parti che neppure Pirandello avrebbe saputo immaginare.La domanda che tutti ci facciamo ... 2306 views Mario Spezia
Baldoland
Baldoland Lega, PD ed ex PDL hanno votato compatti in Regione Veneto una leggina, la n. 20, che di fatto smantella la riserva integrale del Baldo ed apre la strada a... 1009 views Mario Spezia
TAV, perché si e perché no
TAV, perché si e perché no 2 opinioni contrastanti a confronto.Il dibattito sulla TAV è più acceso che mai. L'opinione di uno storico oppositore della TAV a confronto con quella di un esp... 1062 views Mario Spezia
Gabanelli, ti vogliamo bene
Gabanelli, ti vogliamo bene Domenica 5 settembre, a Villa Trabucchi, in quel d' Illasi, avremo la possibilità di incontrare una delle migliori giornaliste italiane. Il premio ha un valore ... 802 views redazione
Vota l'Arsenale fra i Luoghi del cuore
Vota l'Arsenale fra i Luoghi del cuore Se l'ex Arsenale Austriaco di Verona (unica opera del genere in Italia) otterrà un numero significativo di voti, vedrà finalmente finire il suo incessante degra... 714 views Mario Spezia
L'estate del FAI al Lazzareto
L'estate del FAI al Lazzareto Programma completo delle manifestazioni organizzate al Lazzareto dalla Delegazione veronese del FAI.(in caso di maltempo: Lunedì 2 giugno ore 21,10)Teatro: "Sto... 827 views Mario Spezia
Pesticidi No Grazie
Pesticidi No Grazie Il coordinamento dei comitati e delle associazioni impegnate in Italia per liberare l'agricoltura dall'uso indiscriminato dei pesticidi si è dato un nome (provv... 704 views Mario Spezia
Inceneritori o termovalorizzatori?
Inceneritori o termovalorizzatori? Non è vero che un nome vale l'altro, anzi spesso i nomi, come le etichette e la rèclame, vengono usati per confondere e imbrogliare. L'Unione Europea ha&nb... 945 views Mario Spezia