Primavera biologica al Biomercatino di Arbizzano, faccia a faccia, gomito a gomito, a discutere di paesaggio e territorio, come coltivarlo, come costruirlo, come viaggiarlo. E ci troviamo insieme a mangiare, ad ascoltare musica, ad acquistare direttamente da chi produce, nella corte di Villa Albertini, il sabato mattina, ogni terzo sabato dei mesi di primavera.

 

 

Al Biomercatino di Arbizzano ogni stagione ha i propri frutti.

19 marzo, due giorni prima dell'inizio ufficiale della stagione, inaugurando il punto informativo, spazio dedicato all'approfondimento, ogni mese un tema, e ovviamente non si può non iniziare con l'orto e il frutteto biologico: esperti sono a disposizione di chiunque abbia curiosità o da risolvere problemi concreti nel mandare avanti il proprio orto. La formula della giornata è quella già sperimentata: il Biomercatino apre alle 8:30. Dalle 9:00 si potrà bere the, acqua, un bicchiere di vino al punto informativo, alle 10:00 la mattina viene salutata dalla musica e al termine di questa, verso mezzogiorno si pranzerà tutti insieme, a offerta libera. Questo primo pranzo è preparato dalla Compagnia del riso, un gruppo di risottari di Isola che preparerà diversi risotti con i prodotti del Biomercatino.

16 aprile è quasi Pasqua, che quest'anno cade nel giorno della Liberazione, appena una settimana dopo il nostro incontro. Collegandoci idealmente alla rinascita, alla liberazione, quindi al cambiamento questa giornata è dedicata al paesaggio, alla gente, alla bellezza. Il punto informativo sarà dedicato al fotovoltaico, alla bioedilizia e al risparmio energetico. A partire dalle 9:30 sarà possibile vedere la videointervista a Serge Latouche, realizzata da Francesca Zanini e Nicola Dentamaro, venti minuti per un documento interessante. Il titolo preciso è "Serge Latouche, un cavaliere di pace". Alle 10:00 la musica delle Quattro civette sul comò sarà un viaggio nel paesaggio e nella bellezza, mentre alle 11:45, durante il pranzo conviviale sarà presentato il libro "Negrarizzazione. Speculazione edilizia, agonia delle colline, fuga della bellezza". Uno studio importante del negrarese Gabriele Fedrigo, che ci invita a capire cosa è successo al territorio negrarizzato e trovare soluzioni al degrado stesso. Il pranzo è cucinato dall'Associazione Antica Terra Gentile, che preparerà i suoi famosi gnochi de malga.

21 maggio, con una giornata dedicata al viaggio, all'editoria, giornata in cui verrà presentata la manifestazione Omaggio al libro e contestualmente iniziative editoriali legate al turismo sostenibile e al biologico. Verranno presentati anche i risultati della prima parte del progetto Terra Viva, presentato al Biomercatino l'ottobre scorso, ora qui per farne il punto.

18 giugno, tre giorni prima della fine della primavera; sarà la festa del solstizio, dedicata agli espositori del Biomercatino e alle dimostrazioni che vorranno offrire del loro lavoro. Espositori che ogni sabato, tutto l'anno, sono presenti con i loro prodotti biologici, tradizionali, locali in Villa Albertini, dalle 8:30 alle 12:30. Dedicato a loro questo ultimo incontro, perché sono il motore primo del Biomercatino, e grazie a loro si sono potute organizzare tutte le giornate, pensate nell'ottica di un mercato che sia anzitutto piazza, e quindi incontro, confronto, stare insieme. Il pranzo è cucinato dai Fagiani nel Mondo.

L'organizzazione concreta delle giornate è affidata ad un gruppo di associazioni del territorio da anni impegnate nella valorizzazione di Villa Albertini. Queste Associazioni sono: Il Carpino, Naturalmente Verona, Antica Terra Gentile, Diapason, ACTOR, Arte Entropia Zero, Fagiani nel mondo, Terra Viva; e ringraziano la Cooperativa Valpolicella servizi per la disponibilità al confronto e al dialogo che dimostra nel suo lavoro di gestione di Villa Albertini.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contenuti correlati

Scelgo io chi votare
Scelgo io chi votare Nessuno lo sa, ma entro il 25 settembre si può andare in Comune per firmare a favore del referendum che abroga l'attuale legge elettorale, quella che consente a... 905 views redazione
Oddio, una donna nuda sulla strada di Zenti!
Oddio, una donna nuda sulla strada di Zenti! Verona si scandalizza per un manifesto che in qualsiasi altra città europea sarebbe passato inosservato, ma non fa una piega difronte alle affermazioni scompost... 1533 views dartagnan
Lettera al direttore
Lettera al direttore Abbiamo spedito al direttore del giornale L'Arena, Maurizio Cattaneo, una lettera con alcune nostre riflessioni. Il gentile direttore ci ha risposto con una gen... 2133 views redazione
Il traforo ci costerà 910 milioni
Il traforo ci costerà 910 milioni Se informati correttamente, i cittadini sanno tirare le somme. L'assessore Corsi un pò meno. Tosi per nulla.  Capo ARispediamo al mittente le accuse d... 915 views alberto_sperotto
La disfida del Ginkgo biloba
La disfida del Ginkgo biloba La sfida è lanciata: scelga Giacino il giorno e l'ora, sotto i Ginkgo biloba di piazza Viviani, alla presenza di testimoni e giornalisti. La tenzone va combattu... 1174 views dallo
Film Festival della Lessinia
Film Festival della Lessinia Una rassegna di grande interesse, curata con la consueta passione e competenza da Alessandro Anderloni e molto apprezzata dal pubblico che è accorso numeroso a ... 973 views Mario Spezia
Caro (?) Passera
Caro (?) Passera Tutta la nostra simpatia a Maria Rita d'Orsogna, che scrive una interessante lettera al ministro Passera, ma anche alcune obiezioni di fondo sul contenuto della... 958 views Mario Spezia
Le mani sulla città
Le mani sulla città Chi e come controlla istituzioni, organi e uomini che agiscono per molti aspetti in modo decisamente più puntuale di quelli nazionali sulle condizioni di vita d... 834 views spazio_civico