Riproponiamo le interessanti domande che Pietro Clementi ha spedito anche al giornale L' Arena.

L'episodio che ha visto lasciare a terra alcuni bambini dell'asilo di Villa Are mi suggerisce il desiderio di alcune considerazioni sulla attuale amministrazione che, come tutti dicono, rappresenta la "politica del fare", mentre, a mio parere, è solo una "politica del dire" sollecitando anche, a volte, i peggiori istinti che albergano in tutti noi. Elenco qui di seguito alcune cose "non fatte" o "fatte male".

1) L'area di Verona Sud doveva diventare un centro finanziario, mentre è diventato un parcheggio; sarà utile certamente alla Fiera ma non porta certamente sviluppo alla città.

2) I rifiuti, Agsm e Ca' del Bue. Dopo anni la situazione dell'inceneritore è ancora al punto zero, la discarica di Pescantina (per fortuna) è chiusa, e i nostri rifiuti vengono portati fuori provincia con notevole spesa; la situazione di Ca' del Bue è in assoluto stallo e senza prospettive.

3) Agsm non ha raggiunto alcun accordo con altre ditte e con altri enti vicini, in contrasto con quanto accaduto in tutte le altre aziende analoghe, e quindi non ha alcuna prospettiva di serio sviluppo.

4) La metropolitana non si fa più; forse, non si sa quando, si realizzeranno dei filobus elettrici... a gasolio; è chiaro a tutti che questa non è una soluzione per il traffico della città. Non c'è alcuna visione strategica sul punto perché l'unica vera era quella di ricostruire delle linee metropolitane esterne da S. Bonifacio a Verona, da Garda Affi a Verona attraverso la Valpolicella, da Villafranca e aeroporto a Verona, con terminali a ridosso del centro organizzando poi un servizio interno di pulmini elettrici; questo sarebbe stato un piano serio, molto più produttivo e molto più ecologico: si poteva e doveva fare.

5) C'è il pericolo che si realizzi il traforo che è, chiaramente, privo di utilità per la città di Verona, in quanto va a costituire soltanto il collegamento fra la valle di Grezzana da un lato e Verona Nord e una parte della Valpolicella ove si trovano i marmisti dall'altro, ma non è utile a risolvere i problemi di Verona fra Via Mameli e Porta Vescovo.

6) L'ente Arena non sembra abbia particolari sviluppi, anzi; per il momento non se ne parla, ma sembra che il bilancio fosse in condizioni pessime.

7) Il turismo; non ho visto alcuna nuova iniziativa tale da poter aumentare un turismo di qualità, salvo una mostra importante che, peraltro, è sorta con grossi problemi e ha lasciato dei grossi strascichi; la metropolitana per Verona e Garda sarebbe stata fondamentale (e c'era già nei primi anni del 1900!) per lo sviluppo turistico.

8) L'Arsenale: è una meravigliosa struttura che si sta facendo poco alla volta, senza una adeguata sistemazione del Museo.

9) Le ex carceri; il palazzo è vuoto, il Comune non è riuscito a comperarlo compromettendo l'ampliamento degli Uffici Giudiziari.

10) Castel S. Pietro; chi sa cosa ne sarà?

11) Non si comprende quale sia il progetto di sviluppo della città; Verona sud con al centro la Fiera che la blocca non può essere la città del futuro.

12) L'alta velocità pare che non fermi a Verona.

13) L'aeroporto è in difficoltà, e sta perdendo punti rispetto ad altri aeroporti veneti che vengono costantemente potenziati.

14) Il servizio ferroviario regionale è complessivamente peggiorato.

È questa la politica del fare?

Contenuti correlati

Recinti, recinzioni, gabbie.
Recinti, recinzioni, gabbie. Si parla tanto di globalizzazione, ma qui da noi prevale la voglia di vivere chiusi in gabbia.Partiamo dalle nostre case, dai nostri condomini. Tutta una sequen... 1347 views Mario Spezia
Il confine dell'intolleranza
Il confine dell'intolleranza Salvini contende il terreno a filonazisti e Casapound, Lega e Forza Italia lo seguono a ruota, ma non scherza neppure Di Maio e Renzi cerca i voti del centro pi... 3328 views Mario Spezia
Auto assassine
Auto assassine Riflessioni sulla mobilità a partire da due fatti di cronaca automobilistica.Due fatti recenti hanno riportato in auge il tema degli omicidi automobilistici, du... 1719 views Michele Bottari
Condizionalità, contro le emergenze
Condizionalità, contro le emergenze L'etica dell'agricoltura contadina a tutela del territorio per prevenire le emergenze e a beneficio della sicurezza e della salute. Solo così, scendendo dal Mon... 1354 views attilio_romagnoli
Tempo e proverbi
Tempo e proverbi Il confronto fra l'antica sapienza popolare espressa nei proverbi e le condizioni atmosferiche di questo inverno mostrano quanto ormai ci siamo allontanati dal ... 2030 views Mario Spezia
Il sapere delle mani - 1
Il sapere delle mani - 1 Un sapere disprezzato, eppure nobilissimo oltre che indispensabile per la nostra sopravvivenza. Il lavoro manuale fu molto apprezzato nell' antichità. Non ... 1303 views Mario Spezia
L'ottenebramento della luce
L'ottenebramento della luce Questi giorni segnano un passaggio fondamentale nello scorrere dell'anno. Tutte le civiltà e tutte le tradizioni lo celebrano con significati ed immagini spesso... 1382 views Mario Spezia
Vedelago vedelungo
Vedelago vedelungo Rapporto di collaborazione tra la Provincia di Benevento e il Centro Riciclo Vedelago. Come dire che che Benevento guarda avanti e Verona guarda indietro.La Pro... 1491 views Mario Spezia