Al di là di tutte le discussioni sui livelli di tossicità per la salute e per l'ambiente, è ormai assodato che la pratica del diserbo chimico va abbandonata e sostituita con pratiche meno velenose. Cogliamo l'occasione per lanciare una iniziativa semplice e concreta.

.

Avevamo già dato notizia della classificazione del Glifosate (o Glifosato) come "probabile cancerogeno" da parte dello IARC:

Il Glifosate fa bene o ci ammazza?

I danni provocati dai diserbanti alle colture e all'ambiente sono numerosi e ben documentati:

Il diserbo chimico nei vigneti è inutile e dannoso

Primavera silenziosa con Roundup

Dopo la decisione dello IARC, vale a dire l'Agenzia Internazionale di ricerca sul cancro (International Agency for Research on Cancer), che è un'agenzia dell'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), si prevedeva una messa al bando del Glifosate in tempi brevissimi, ma la Monsanto, che detiene il brevetto del Glifosate, è riuscita ad ottenere due importanti risultati:



  • L'EFSA (Autorità europea per la sicurezza alimentare) ha pubblicato una nuova valutazione sulla pericolosità del Glifosato. Il rapporto conclude che è improbabile che il glifosato costituisca un pericolo di cancerogenicità per l'uomo e propone nuovi livelli di sicurezza che renderanno più severo il controllo dei residui di glifosato negli alimenti. Tale conclusione sarà utilizzata dalla Commissione europea per decidere se mantenere o meno il glifosato nell'elenco UE delle sostanze attive approvate, e dagli Stati membri dell'UE per valutare ex novo la sicurezza dei prodotti fitosanitari contenenti glifosato che vengono impiegati sui loro territori. www.efsa.europa.eu ...


  • Monsanto ha ottenuto anche un ulteriore rinvio della scadenza dell'autorizzazione del glifosate (scadenza già prevista per giugno 2012 e rinviata, senza motivazioni, a dicembre 2015), ulteriormte posticipata a giugno 2016.




Gianluigi Salvador, ambientalista da sempre impegnato sul fronte antipesticidi, fa notare che l'enunciato dell'EFSA si configura come un ossimoro (= contraddizione in termini). "Infatti non si capisce perchè se il glifosato non costituisce un pericolo di cancerogenicità per l'uomo (come invece afferma lo IARC) si debbano invece proporre nuovi, e pensiamo più severi, livelli di sicurezza per il controllo dei residui negli alimenti".

Il prof. Fabio Taffetani, presidente di PAN Italia, è molto perplesso: "Si tratta di una posizione tutt'altro che ponderata, che non tiene conto del principio di precauzione. Nè tantomeno del livello di esposizione individuale nelle diverse età e nelle delicate fasi di crescita. In epoca prenatale e pediatrica, ad esempio, i feti ed i bambini non hanno ancora un sistema di difesa enzimatica attivo e quindi la soglia di rischio non può essere assolutamente calcolata in modo proporzionale in rapporto con il peso corporeo.

Altro elemento che sembra non essere stato considerato nella valutazione della Commissione EFSA è l'esposizione cronica, sia degli operatori che dei consumatori, a percentuali di glifosate in concentrazioni (per pasto o in giornata) al di sotto della soglia considerata a rischio, ma protratta per periodi prolungati e senza alcuna considerazione riguardo all'effetto cocktail con altre sostanze inquinanti".

Se parlerà ancora a lungo degli effetti del glifosate, ma forse è il caso di passare dalle parole ai fatti.

Abbiamo preparato un volantino in formato word, in modo che chiunque possa correggerlo e sopratutto inserire la firma in calce al volantino, firma che può variare a seconda delle zone e delle opportunità.

Abbiamo concepito questa iniziativa nella maniera più elementare possibile, in modo che qualsiasi associazione, gruppo o singola persona possa stampare con costi contenuti il volantino su foglio A4 nelle quantità richiesta dalle diverse situazioni.

Il volantino potrà essere poi distribuito nelle assemblee, negli incontri, nei negozi che ce lo prendono, nei mercatini, nei supermercati, nei cinema, negli uffici pubblici e dovunque ci venga in mente.

Possiamo anche attaccare questi volantini sui pali e sui muri di quei vigneti e di di quei frutteti in cui si fa largo uso di diserbanti, in modo che vengano letti sia dai passanti che dai coltivatori.

Speriamo che un martellamento costante durante tutto l'inverno possa produrre qualche risultato in primavera, quando ripartità la "stagione del diserbo".

VOLANTINO  WORD DA SCARICARE:     GLIFOSATE    

FORMATO PDF  PRONTO DA STAMPARE:     GLIFOSATE pdf

Contenuti correlati

Marcia Stop Pesticidi in Valpolicella
Marcia Stop Pesticidi in Valpolicella Domenica 13 maggio ore 10.00 appuntamento in via Mara a San Pietro Incariano.Una marcia per esprimere pubblicamente la richiesta di un'agricoltura rispettosa de... 1065 views Mario Spezia
Chiamata alle armi
Chiamata alle armi Giorgio Massignan lancia una nuova lista civica per le elezioni comunali del 2017. L'idea purtroppo non è nuova e, visti i pregressi, promette poco di buono.La ... 1433 views Mario Spezia
L'ombra del futuro
L'ombra del futuro Interessante convegno su "Ecologie e Ambienti" a Ronzone (Tn) sabato 23 e domenica 24 maggio.La biodiversità si manifesta in numerosi livelli di organizzazione ... 926 views lorenza_corsini
La centrale dell'ecofighetto
La centrale dell'ecofighetto Occupano preziose risorse agricole, spendono di più di quello che producono, succhiano soldi pubblici più di una commissione parlamentare e inquinano più di una... 1564 views Michele Bottari
Alla provincia di Venezia c'è un ufficio anti-ecomafie che funziona.
Alla provincia di Venezia c'è un ufficio anti-ecomafie che funziona. A Verona le autorità, che si sono ben guardate dal partecipare all'incontro con Saviano alla Gran Guardia, fino ad oggi non hanno mosso un dito per proteggere l... 1055 views gianni_belloni
Nel dubbio meglio essere prudenti col Glifosate
Nel dubbio meglio essere prudenti col Glifosate Chissà se l'erbicida Glifosate, il più venduto al mondo, è davvero cancerogeno. In attesa di averne la certezza è meglio non usarlo. E poi, conti alla mano, non... 958 views dott_flavio_coato
Nella mia città nessuno è straniero
Nella mia città nessuno è straniero Sabato 20 settembre dalle 17 alle 19 in cortile Mercato VecchioIl Cartello di associazioni 'Nella mia città nessuno è straniero' ha organizzato un evento pubbli... 918 views fulvio_paganardi
Monte Baldo: niente Parco, si punta sugli impianti di risalita.
Monte Baldo: niente Parco, si punta sugli impianti di risalita. Bassi e compagnia bella "ce la stanno mettendo tutta per bruciare la riserva Lastoni Selva Pezzi". La seggiovia di Pra Alpesina è considerata molto più importan... 1187 views Mario Spezia