C'è in giro un frate che fa miracoli, un frà Galdino moderno in giacca e cravatta che si aggira per le stanze del Comune trasformando orti e campagne in lotti edificabili.

Alzi la mano chi si ricorda di frà Galdino, del frate cercatore dei Promessi Sposi e del miracolo delle noci?

I Promessi Sposi, come la Divina Commedia, vengono  propinati nell'età sbagliata. L'effetto è lo stesso che fa la medicina ai bambini: totale repulsione, a priori. Poi, passati i bollori giovanili, tutto fa brodo, a maggior ragione Manzoni! …

Ancor prima, in quell'età di mezzo tra il bambino e l'adolescente, ero sul palco di un teatro (quello di Cadidai – Ca' di David, in taliano), spaesato e timido, a recitare la parte del principe nella Morte del Cigno.

Dice: che c'entra il cigno, o, meglio, il teatro, con un frate?

C'entra, c'entra! Soprattutto quando la letteratura e il balletto si mescolano alla realtà, che a sua volta li supera e li ribalta.

C'è in circolazione un frate cercatore che gira alacremente per il Comune di Verona. Non cerca noci e nessun altro tipo di frutto. A dire il vero, visto quello che costa la frutta dalle parti della GDO, qualche affare si farebbe ancora! Il nostro frate cercatore cerca terreni. Da donare a qualche convento? A qualche onlus? Alla Chiesa? No! Da dare agli amici palazzinari, ultimamente un po' in difficoltà, che ringraziano. E cementificano a man bassa. In consiglio si fa il miracolo dell'edificabilità e il gioco è fatto. Io ti do l'edificabilità, vendi, incassi e poi coi soldi ci fai il cavolo che vuoi.

L'ultimo episodio del nostro frate è successo a Cadidai: casualmente era venuto a sapere che il teatro, si proprio quello della Morte del Cigno, era in stato di totale degrado (oddio, il degrado … svengo)  e che la Parrocchia avrebbe voluto restaurarlo. Ma, a corto di ovi –visto che nessuno tiene più le galline – non era in grado di farlo. Fino, a che, appunto non è arrivato il buon frate cercatore. Ecco, non abbiate timore ad aprire la porta se sentite squillare il campanello. Non sono i testimoni di Geova e nemmeno il solito negro che ha fame. E' fra Giacino, che vi viene a fare la succulenta  proposta. Prerequisito fondamentale: possedere  qualche metro quadrato di terra. Volete televisore ed elettrodomestici all'ultimo grido? Avete la macchina vecchia? O la moglie da rottamare? Ecco pronto il contrattino di frà Giacino, un terreno che diventa edificabile nel Piano degli Interventi …  Et voilà! Potete soddisfare ogni vostro  desiderio: il moderno miracolo delle noci.

E per il miracolo di riempire migliaia di appartamenti miseramente vuoti? Per quello c'è tempo! Mica si può fare tutto e subito. Forse, torneranno buone le prossime ondate di clandestini, Lega permettendo.

Contenuti correlati

Su quale turismo puntiamo?
Su quale turismo puntiamo? Il sindaco Tosi e i suoi accoliti hanno più volte dichiarato di puntare sul turismo di lusso, sul Jet set, sugli alberghi a 5 stelle, ma nella realtà le struttu... 1758 views Mario Spezia
E lucean le stelle
E lucean le stelle 22 agosto 2011 - ore 20.45 - Concerto lirico vocale al Maso di Monteccchio con gli allievi del maestro Vincenzo Rose. Presenta Giorgio Avanzini. L'ASSOCIAZ... 1355 views il_carpino
L'Ostello ostaggio dell'intolleranza
L'Ostello ostaggio dell'intolleranza L'incredibile vicenda di una una struttura e di un uomo dei quali tutta la città dovrebbe andare fiera, e che invece rischiano entrambi di franare da San Giovan... 2515 views Mario Spezia
L'ICISS butta fuori il WWF dall'Oasi del Vaio Galina
L'ICISS butta fuori il WWF dall'Oasi del Vaio Galina L'ICISS (Istituti Civici di Servizio Sociale), fondazione con scopi assistenziali del Comune di Verona, dopo una estenuante trattativa durata due anni, ha intim... 2701 views dallo
Le sese
Le sese Le siepi. In dialetto la prima esse è sibilante, la seconda è dolce. Un tempo delimitavano le proprietà ed avevano una precisa funzione..........gnai = nidibiss... 1695 views gino
La Biodiversità ha bisogno di fatti La biodiversità non cresce col crescere delle chiacchiere dei politici e degli addetti ai lavori. La biodiversità ha bisogno di fatti concreti e di continuità.S... 2364 views Mario Spezia
Repubblica e decrescita
Repubblica e decrescita Sette giorni, a cavallo di Natale, con emissioni zero. Un grande quotidiano rompe un tabù e parla di decrescita.Tutte le persone di buona volontà che si riconos... 1873 views Michele Bottari
Una barca unisce le due sponde dell'Adige
Una barca unisce le due sponde dell'Adige Prove generali di collaborazione fra PD e tosiani: Elisa La Paglia e Gianluca Fantoni inaugurano la nuova era con un viaggio nuziale sul fiume, ma già si discut... 2372 views dartagnan