Pochi cambiamenti grafici e una profonda ristrutturazione tecnica. Veramente.org si ripresenta ai suoi lettori.

La redazione di Veramente ha deciso di cambiare radicalmente piattaforma software. Non si tratta di un cambio di look (che abbiamo per il momento lasciato molto simile al precedente) ma di un vero e proprio stravolgimento della struttura di lavoro.

I cambiamenti sono stati decisi in considerazione dell'esperienza maturata finora, soprattutto per quanto riguarda gli avvenimenti della scorsa estate, quando il sito ha subito un attacco intenzionale e tra di noi non c'erano le competenze per approntare i più banali e immediati soccorsi.

Così abbiamo deciso che l'è meo negarse in un mar grando, vale a dire che, se dobbiamo per forza gestire un giocattolo tortuoso e complicato, almeno facciamolo con uno strumento che usano in tanti, così possiamo chiedere consigli a qualche amico, cercare soluzioni in internet e, in fondo, qualcosa siamo in grado di smanettarci anche noi.

La scelta è ricaduta su Wordpress, un meccanismo che serve per gestire i blog e i siti come il nostro. Sviluppato da una comunità open source (quei ragazzotti che condividono le loro esperienze e non si fanno pagare royalty), è oggi diventato uno strumento molto potente e sofisticato, pienamente in grado di soddisfare i nostri bisogni attuali.

La cosa difficile è stato non perdere il lavoro fatto finora: centinaia di articoli, foto, riflessioni: il nostro sudore della fronte di oltre due anni! Prelevare e convertire i dati per renderli fruibili alla nuova piattaforma, e configurare quest'ultima in modo di essere a 'prova di pirla', era lavoro da professionisti, e per eseguirlo abbiamo dovuto rivolgerci a un amico bravo.

Ma il risultato è incoraggiante: tutti gli articoli sono ancora online, corredati della loro fotina e relativi riassunto e autore. Tutte le foto del momento sono recuperate, abbiamo perso anche i commenti e le litigate sui forum dei lettori, ma avremo modo di rimpolparli velocemente, credo.

E da adesso in poi, veramente diventa cantiere permanente, non di quelli che deturpano le nostre oasi WWF o la nostra città, ma di quelli senza impatto, che fanno crescere solo le nostre relazioni e la nostra voglia di stare insieme. Grafici, autori, fotografi, chiunque abbia a cuore il nostro territorio e la nostra Verona è ancora una volta invitato a partecipare, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Contenuti correlati

CI.VI.VI. si presenta
CI.VI.VI. si presenta L'invadenza delle nuove strade porta nuovamente sotto i riflettori (suo malgrado) il comitato che si batte dal 1989 per la difesa della vallata e delle colline.... 743 views marisa_venturi
Lega, tasse, voti e vigneti
Lega, tasse, voti e vigneti Con le tasse che noi cittadini paghiamo, la giunta leghista veneta si compra i voti dei viticoltori e paga la distruzione del territorio. Eppure il settore viti... 644 views Mario Spezia
Schiume in Adige
Schiume in Adige Scherzetto di Halloween: schiume nel nostro amato rigagnolo. Ma la notizia è vera (e documentata).Ci segnala il nostro amico Flavio Filini su infoverona: "Nel p... 691 views charlie_mirandola
Hurricane
Hurricane L'imbecillità si paga in contantiL’America ha appena finito di fare il conto dei danni di Harvey (47 morti e danni per 160 miliardi di dollari) e già si present... 1180 views Mario Spezia
Shakespeare in Havana
Shakespeare in Havana Da un progetto di cooperazione internazionale a Cuba prende origine questa tournée internazionale organizzata e promossa da COSPE e dall'Associazione GIANO di D... 656 views Mario Spezia
Spegni la luce, è l'ora della terra
Spegni la luce, è l'ora della terra Iniziativa del WWF: per un'ora tutto il mondo spegnerà la luce. Partecipa, udite udite, il Comune di Verona.Il 28 marzo, dalle 20,30 alle 21,30 sarà l' Ora dell... 778 views charlie_mirandola
Adigeo ha già il parcheggio pieno
Adigeo ha già il parcheggio pieno Il parcheggio di Adigeo, ex-Officine Adige, è già pieno. Non sono le auto dei clienti, ma i furgoni dei fornitori.Fervono i lavori alle ex-Officine Adige, dove ... 2019 views Michele Bottari
Mediobanca: fermate gli investimenti
Mediobanca: fermate gli investimenti Gli analisti economici suggeriscono alle case costruttrici di fermare gli investimenti nel settore automobilistico. I nostri amministratori locali, invece, scom... 697 views Michele Bottari