12 domande rivolte al Sindaco di Verona dal Comitato che si oppone alla realizzazione del passante autostradale nord.

"Devono essere

i cittadini di Verona

a decidere su un'opera

dal costo elevato,

che stravolgerà la città

e che rappresenta

un impegno finanziario

consistente che andrà

a scapito di altre scelte.

I cittadini decidono

l'amministrazione

si adegua".

Flavio Tosi, Maggio 2006

 

 

Egr. sig.

Flavio Tosi

Sindaco di Verona

È da molto tempo, sin da da quando Lei era assessore regionale alla salute, che il Comitato di cittadini contro il collegamento autostradale delle Torricelle chiede di incontrarLa senza risultato.

Per un gran numero di cittadini è incomprensibile che il Sindaco non ritenga necessario confrontarsi con chi è preoccupato per un'opera che avrà pesanti ripercussioni economiche, sanitarie, ambientali e sociali su tutta la città.

Quel "dialogo diretto e costruttivo con i cittadini" che Lei promise in campagna elettorale risulta del tutto disatteso e perfino osteggiato.

Ci siamo visti costretti a chiedere una sottoscrizione per pagare questa pagina e rivolgerLe alcune delle domande che Le avremmo fatto personalmente, se solo ci avesse ricevuto. Siamo certi che troverà il tempo per leggerle e risponderci.

Il Progetto

1 Studi indipendenti di autorevoli urbanisti non hanno valutato positivamente la soluzione del traforo. Su quali altri studi, oggettivi e indipendenti, si è basata la decisione di procedere alla realizzazione dell'opera? Quanti e quali progetti alternativi di mobilità e viabilità sono stati valutati al fine di ottenere, con la medesima cifra di 340 milioni, un minore impatto e dare alla città un piano organico sostenibile e un volto europeo?

2 Recentemente la Commissione UE, spalancando la porta a sanzioni salatissime, ha proceduto contro Italia per la mancata riduzione delle emissioni inquinanti dovute prevalentemente al traffico. Non ritiene che una nuova autostrada che attraversa quartieri densamente popolati, aperta addirittura al traffico pesante, ci allontani ulteriormente dall'Europa?

3 Quali azioni intende intraprendere per evitare la speculazione edilizia che spesso segue la costruzione di tali opere stradali? Sarebbe disponibile a creare un vincolo di tutela per rendere inedificabili le zone circostanti il tracciato nel raggio di almeno un chilometro?

I costi

4 Dai 56 milioni stimati nel 2006 siamo arrivati ai 340 di oggi. Cosa ha portato ad incrementare di ben 6 volte i costi in soli tre anni?

5 La bozza di convenzione di Technital indica che nei costi non risultano compresi i rischi idrogeologici e archeologici, l'aumento dei tassi di interesse, il mancato raggiungimento dei volumi di traffico preventivati e ogni altro elemento imprevisto che comporti ulteriori oneri per l'impresa. Con quali mezzi pensa di affrontare il pressoché certo aumento dei costi?

6 Parlando di autostrade, il 3 marzo 2008 l'onorevole Roberto Maroni dichiarava: "Il Nord ha già pagato. Via i pedaggi!". Concorda con le affermazioni del Ministro Maroni? Non crede che i veronesi potrebbero non capire, e intendere come una nuova tassa, la messa a pedaggio delle tangenziali e del Passante Nord?

7 Quanto costerà in un anno ad ogni veronese prendere il Passante quattro volte al giorno?

8 Il Passante Nord sarà dato in concessione ad aziende private per 50 anni. I costi saranno dunque pagati in gran parte dalle generazioni future. Non crede che per un fondamentale principio di equità intergenerazionale le opere di oggi dovrebbero essere pagate dalla generazione di oggi? I nostri nipoti e pronipoti sono già stati sovraccaricati di molti nostri fardelli, e dovranno affrontare sfide diverse.

I cittadini

9 Per un'opera di così grande impatto ambientale e urbanistico, si è giunti alla scelta del promotore con un solo passaggio in Consiglio comunale con la presenza del solo assessore Corsi (assente l'intera Giunta, Lei compreso). Perché si è ritenuto di non affrontare il dibattito a livello politico e di rifiutare il confronto con la cittadinanza?

10 Perché quando si trattava del progetto della tramvia Lei pretendeva che ai cittadini venisse riconosciuto il potere sovrano di decidere, mentre nel caso del Passante Nord non solo Lei ignora questo diritto, ma addirittura, come attesta la recente sentenza del Tribunale, l'amministrazione ostacola il referendum proposto dal Comitato?

11 Crede che possa definirsi democratico il non voler ascoltare, anzi denunciare, i cittadini che Le chiedono semplicemente un aperto e trasparente confronto pubblico?

12 Si è appreso dai giornali che, ancor prima della decisione della Giunta, Lei si è espresso pubblicamente in favore di uno dei progetti presentati, risultato poi vincitore. Non considera questa esposizione poco elegante, visto che si trattava del progetto presentato da un raggruppamento di imprese nel quale è presente un'azienda che ha finanziato, con un contributo ufficiale, la campagna elettorale della Sua lista?

Contenuti correlati

Ci friggeranno il cervello
Ci friggeranno il cervello Se la Bestia non vi basta, se vi sembra poco il fatto che una decina scarsa di compagnie private controlli l'intero orbe terracqueo, state tranquilli. È in arri... 2055 views Michele Bottari
La competitività declinata secondo il governo Renzi
La competitività declinata secondo il governo Renzi Il Decreto del governo Renzi che passa sotto il pomposo nome di "competitività", è un insieme di modifiche o integrazioni di altre normative di settore che negl... 586 views dartagnan
L'ombra del futuro
L'ombra del futuro Interessante convegno su "Ecologie e Ambienti" a Ronzone (Tn) sabato 23 e domenica 24 maggio.La biodiversità si manifesta in numerosi livelli di organizzazione ... 695 views lorenza_corsini
Evitare inutili allarmismi
Evitare inutili allarmismi Come la comunicazione manipola i risultati delle ricerche, buttando fumo negli occhi e nei polmoni della gente..., gli ambientalisti come al solito esagerano !"... 504 views giovanni_beghini
Cartellino rosso a Brancher
Cartellino rosso a Brancher Ecco perché Brancher non può far altro che dimettersi.Il governo boccheggia e la buccia di banana rischia di essere proprio il neoeletto ministro al Federalismo... 616 views giorgio_montolli
Convegno a Torri sulla salute del lago di garda e dei gardesani.
Convegno a Torri sulla salute del lago di garda e dei gardesani. Promesse e impegni sulla riqualificazione delle spiagge, sulla pulizia del bacino ed altre amenità. Ma intanto i TIR continuano a sfrecciare sulla Gardesana.Nep... 677 views maria_cristina
Dal Negro chiude i sentieri di Negrar
Dal Negro chiude i sentieri di Negrar Mai raggiunti livelli così bassi da un consiglio comunale: il sindaco, il presidente del consiglio e il segretario comunale come sicari della legalità e dell'in... 742 views Mario Spezia
Renzi non ha bisogno del PD
Renzi non ha bisogno del PD Nel PD faticano a capirlo, eppure è evidente che Renzi non ha bisogno del Partito Democratico. Seguendo l'esempio di Berlusconi ha creato un suo partito persona... 619 views chiaroscuro