www.veramente.org
Informazione e ambiente veronese

Le lamentazioni di Joni Mitchell

 

Turbulent indigo è uscito nel 1994. E' uno degli album più belli della cantautrice e pittrice canadese Joni Mitchell. E' concepito insieme come raccolta di brani e come esposizione di quadri.

Joni Mitchell rivive nella ballata The Sire of Sorrow la stessa disperazione che nei tempi antichi aveva colpito Giobbe e in epoca moderna travolse Vincent van Gogh ... e talvolta tocca anche ognuno di noi.

The Sire of Sorrow (Job's Sad Song) - Joni Mitchell

Let me speak, let me spit out my bitterness
Born of grief and nights without sleep and festering flesh
Do you have eyes?
Can you see like mankind sees?
Why have you soured and curdled me?
Oh you tireless watcher! What have I done to you?
That you make everything I dread and everything I fear come true?

Once I was blessed; I was awaited like the rain
Like eyes for the blind, like feet for the lame
Kings heard my words, and they sought out my company
But now the janitors of Shadowland flick their brooms at me
Oh you tireless watcher! What have I done to you?
That you make everything I dread and everything I fear come true?

(Antagonists: Man is the sire of sorrow)
I've lost all taste for life
I'm all complaints
Tell me why do you starve the faithful?
Why do you crucify the saints?
And you let the wicked prosper
You let their children frisk like deer
And my loves are dead or dying, or they don't come near
(Antagonists: We don't despise your chastening
God is correcting you)

Oh and look who comes to counsel my deep distress
Oh, these pompous physicians
What carelessness!
(Antagonists: Oh all this ranting all this wind
Filling our ears with trash)
Breathtaking ignorance adding insult to injury!
They come blaming and shaming
(Antagonists: Evil doer)
And shattering me
(Antagonists: This vain man wishes to seem wise
A man born of asses)
Oh you tireless watcher! What have I done to you?
That you make everything I dread and everything I fear come true?

(Antagonists: We don't despise your chastening)
Already on a bed of sighs and screams,
And still you torture me with visions
You give me terrifying dreams!
Better I was carried from the womb straight to the grave.
I see the diggers waiting, they're leaning on their spades.

(Antagonists: Man is the sire of sorrow
Sure as the sparks ascend)
Where is hope while you're wondering what went wrong?
Why give me light and then this dark without a dawn?
(Antagonists: Evil is sweet in your mouth
Hiding under your tongue)
Show your face!
(Antagonists: What a long fall from grace)
Help me understand!
What is the reason for your heavy hand?
(Antagonists: You're stumbling in shadows
You have no name now)
Was it the sins of my youth?
What have I done to you?
That you make everything I dread and everything I fear come true?
(Antagonists: Oh your guilt must weigh so greatly)
Everything I dread and everything I fear come true
(Antagonists: Man is the sire of sorrow)
Oh you make everything I dread and everything I fear come true

Traduzione

Lasciami parlare, lasciami sputare tutta la mia amarezza
Nata dal dolore, da notti insonni e da carne corrotta
Ce li hai gli occhi?
Riesci a vedere con gli occhi di un uomo?
Perché mi hai così inacidita e incagliata?
Oh scrutatore instancabile! Che cosa ti ho fatto?
Tu che fai avverare tutte le cose che io temo e che mi spaventano?

Un tempo ero benedetta; ero attesa come la pioggia
Come gli occhi per un cieco, come i piedi per uno zoppo
I re ascoltavano la mia parola e cercavano la mia compagnia
Ma ora i guardiani dell'Ombra mi trafiggono con i loro sguardi
Oh scrutatore instancabile! Cosa ti ho fatto?
Tu che fai avverare tutto ciò che mi incute paura e terrore?

(Coro: l'uomo è il sovrano del dolore)
Ho perso il gusto della vita
Sono tutta un lamento
Dimmi, perché fai morire di fame i fedeli?
Perché metti in croce i santi?
E perché fai prosperare il malvagio
E lasci che i tuoi bambini vaghino come cerbiatti
I miei amori siano morti o stanno morendo o mi girano le spalle
(Coro: Non disprezziamo il tuo castigo
Dio ti sta correggendo)

Guarda chi viene a dare consigli alla mia profonda angoscia
Oh, questi medici pomposi
Quanta disattenzione!
(Coro: Tutte queste invettive scagliate al vento
Che riempiono le orecchie di spazzatura)
Ignoranza straordinaria che aggiunge insulto all'ingiuria!
Vengono qua ad incolparmi e disonorarmi
(Coro: Malvagio)
E a distruggermi
(Coro: Questo uomo vanitoso vorrebbe sembrare saggio
Un uomo nato da un asino)
Oh scrutatore instancabile! Che cosa ti ho fatto?
Tu che fai avverare tutte le cose che io temo e che mi spaventano?

(Coro: Non disprezziamo il tuo castigo)
Sono già in un letto di pianti e di sospiri
E ancora mi torturi con visioni
Mi mandi sogni terrificanti!
Meglio se fossi passato direttamente dal grembo alla tomba.
Vedo i becchini aspettare appoggiati alle loro vanghe.

(Coro: L'uomo è il sovrano del dolore
Come è vero che le faville salgono al cielo)
Dov'è la speranza mentre ti chiedi cosa è andato storto?
Perché prima mi mostri la luce e poi questa notte priva di alba?
(Coro: Il male è dolce nella tua bocca
si nasconde sotto la tua lingua)
Mostra la tua faccia!
(Coro: Che profonda caduta dalla grazia)
Aiutami a capire!
Qual'è il motivo della tua mano pesante?
(Coro: Tu stai inciampando nell'ombra
Non hai più un nome ora)
Sono stati i peccati della mia gioventù?
Cosa ti ho fatto?
Tu che fai avverare tutto ciò che mi riempie di paura e di terrore?
(Coro: La tua colpa deve pesare davvero tanto)
Tutte le cose che io temo e che mi spaventano si avverano.
(Coro: L'uomo è il sovrano del dolore)
Tu fai avverare tutte le cose che io temo e che mi spaventano

Indigo = indaco, uno dei colori fondamentali: rosso, aranciato, giallo, verde, azzurro, indaco, violetto. Era uno dei colori preferiti da Van Gogh, il quale morì suicida a 37 anni tormentato da crisi di disperazione e di pazzia. Il libro di Giobbe fa parte dell'Antica Tradizione ebraica e cristiana. Giobbe,nonostante fosse un giusto, fu colpito da ogni tipo di disgrazia e rappresenta una figura chiave del rapporto Dio-Uomo nell'Antico Testamento.

Scrivi un commento