www.veramente.org
Informazione e ambiente veronese

Il Governo punta ad eliminare il Corpo Forestale dello Stato

 
2014 governo punta eliminare corpo 14060

Nel decreto Madia sulla Pubblica Amministrazione (Repubblica Semplice) è previsto lo scioglimento del Corpo Forestale dello Stato e il passaggio delle sue competenze alla Polizia e ai Vigili del Fuoco.

A distanza di 13 anni assistiamo ad un nuovo episodio dell'attacco al CFS. Nel 2001 una parte del Governo Berlusconi aveva deciso di distruggere il Corpo Forestale, smembrandolo tra le Regioni. Eravamo in piena ubriacatura pseudo federalista e, invece di veri poteri al territorio, si favoriva il neo centralismo clientelare delle Regioni.

10 anni dopo, nel 2011, Ermete Realacci, presidente onorario di Legambiente, leader Ecologisti Democratici e con un drappello di 34 deputati del PD ha presentato una nuova proposta di legge, la n. 4862, per la soppressione del CFS, proposta che ora il governo ha inserito nel Decreto legge PA.

Secondo il Governo Renzi, il Corpo Forestale dello Stato dovrebbe sparire. I suoi uomini e le sue competenze dovrebbero venire "riassorbite" dalla Polizia di Stato e dai Vigili del Fuoco.

Vediamo nel dettaglio la proposta di legge n. 4862 :

www.camera.it ...

"Si propone di creare una specializzazione all'interno della Polizia di Stato che abbia come compito istituzionale la tutela dell'ambiente (articolo 2). Contestualmente si provvede al discioglimento del Corpo Forestale dello Stato le cui funzioni sono "spacchettate" a favore, principalmente della nuova Polizia ambientale e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Sono trasferite alle regioni a statuto ordinario le funzioni di studio e di divulgazione, oltre al controllo del manto nevoso e del rischio valanghe".

Art. 5. "Il Corpo forestale dello Stato è soppresso alla data di entrata in vigore dei decreti legislativi di cui all'articolo 3.

Il personale del soppresso Corpo Forestale dello Stato sarà trasferito nei ruoli del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile del Ministero dell'Interno".

Si distrugge un Corpo dello Stato perfettamente funzionante, con una storia gloriosa alle spalle, con uomini di sicura e comprovata professionalità, con un enorme bagaglio di esperienza e di conoscenze, per ricostruire da zero le stesse (e più che mai necessarie) competenze all'interno di altri Corpi dello Stato, che svolgono da sempre funzioni diverse. Vista la nostra storia recente, si potrebbe dubitare fortemente del risultato finale, mentre c'è la certezza assoluta che tutta l'operazione si risolverà con un enorme spreco di denaro pubblico.

Si vanno a distruggere 1.150 comandi di stazione, 21 coordinamenti territoriali per l'ambiente, 16 coordinamenti distrettuali, 75 coordinamenti provinciali, 15 coordinamenti regionali e si istituisce presso il Ministero dell'Interno una nuova Direzione centrale per la polizia ambientale con le stesse funzioni attualmente svolte dal CFS.

Una scelta molto più ragionevole sarebbe quella di unificare le amministrazioni che si occupano di tutela dell'ambiente: Corpo Forestale dello Stato, Corpi Forestali delle Regioni a Statuto Speciale, Polizie Provinciali ed eventualmente anche l'Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari del Ministero della Politiche Agricole.

"Se venisse smembrato il più diffuso corpo di polizia statale italiano, altamente specializzato nel contrasto degli ecoreati, il vantaggio sarebbe solo per la criminalità ambientale". Legambiente, Greenpeace, Libera e Slowfood hanno inviato una lettera ai parlamentari e al Governo affinché quanto previsto nel Ddl "Riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche" (all'articolo 7, comma 1, lettera a), licenziato dal Consiglio dei Ministri il 10 luglio, venga modificato in modo da scongiurare l'ipotesi di assorbimento delle funzioni di polizia del Corpo Forestale dello Stato in quelle delle altre forze di polizia e delle amministrazioni locali. Il disegno di legge infatti, pur volendo garantire gli attuali livelli di presidio del territorio, auspica l'annessione del Corpo Forestale in altri Corpi. Scelta incomprensibile alla luce dell'ottimo lavoro svolto dal Cfs negli ultimi anni, considerando che nel solo 2013 ha accertato più di 10.200 reati ambientali avvenuti in Italia, corrispondenti a circa il 35% sul totale nazionale (Rapporto Ecomafia 2014). "All'Italia non serve certo lo smembramento dell'indiscussa competenza, della capacità professionale investigativa e di lettura dei fenomeni criminali, nonché di radicamento sul territorio, dell'attuale Corpo Forestale dello Stato – sottolineano le associazioni -. Anzi, questo rappresenterebbe un netto e irrecuperabile arretramento nel contrasto ai crimini contro il patrimonio naturale e paesaggistico, dagli incendi boschivi al dissesto idrogeologico, dall'abusivismo edilizio in aree interne allo smaltimento illegale di rifiuti, dai reati contro gli ecosistemi naturali e le specie protette fino agli illeciti in campo agroalimentare"

Chiediamo che non venga cancellata con un tratto di penna la storia bicentenaria di un glorioso Corpo di Polizia che svolge un servizio importante per la tutela dell'ambiente e del territorio.

www.change.org ...

Sembra che il Governo Renzi stia facendo proprio un antico detto veneto: "Far e desfàr l'è tuto un laoràr".

Scrivi un commento

Utente: Abbbelllo

Avevo sentito qualcosa del genere ma ci credo poco; comunque, se veramente l'Arma dei Carabinieri venisse sciolta ed accorpata alla Polizia, vuoi che non pretenda che almeno la Forestale faccia altrettanto?
Redatore: Mario Spezia

Se il problema è l'Europa, sei poco aggiornato:

Addio carabinieri. E arriva la Forza di gendarmeria europea

È stato annunciato lo scioglimento dell'Arma dei Carabinieri che, in un futuro prossimo, potrebbe essere accorpata alla Polizia di Stato, destinata ad essere degradata a polizia locale di secondo livello. Intanto il potere militare viene spostato nelle mani di un corpo sovranazionale chiamato Forza di gendarmeria europea e dotato di piena autonomia, nonché di particolari immunità ed inviolabilità.

http://www.ilcambiamento.it/guerre/carabinieri_addio_arriva_eurogendfor_forza_gendarmeria_europea.html
Utente: Abbbelllo

Non sono d'accordo con Renzo perché l'Europa ci chiede due sole forze di polizia. Se ne abbiamo 4 oppure 20 poco importa; devono essere 2 punto e basta quindi, secondo me, si inizierà a sopprimere la forestale, si proseguirà con la penitenziaria e si terminerà con la finanza.
Utente: Renzo Cardarelli

CRONOLOGICAMENTE:

1. Iniziano dal CFS

2. Dopodichè il vuoto, non toccheranno più nessuno.

3. Sbandiereranno: "Abbiamo riformato le Forze di Polizia" facendo contenta l'Europa.

4. Il CFS sarà scomparso per sempre e la PS sarà rinforzata dando priorità all'ordine e la sicurezza pubblica a discapito dell'ambiente.

EPILOGO: SCOMPARSA DELLA FORESTALE

Francamente è una gran brutta cosa.

Si badi bene, non è una questione economica perchè gli operatori CFS percepiranno lo stesso il mensile. E' una questione morale, etica e di attaccamento a certi valori.
Utente: Abbbelllo

Io, Mario, parlavo solo del fatto di razionalizzare le forze di polizia e non mi risulta che la sanità pubblica ne faccia parte.
Redatore: Mario Spezia

Se Renzi applica davvero il criterio suggerito da Federico (da qualche parte bisogna pur cominciare) andiamo incontro a disastri di proporzioni inimmaginabili. A quando l'abolizione della sanità pubblica?
Utente: Abbbelllo

Renzo, se fosse sacrificato solo il CFS sarebbe un'ingiustizia, come dici tu, ma, se si volesse veramente ridurre le forze di polizia (e penso che Renzi lo voglia fare), da qualche parte si deve pur cominciare.
Utente: Renzo Cardarelli

Federico, sono d'accordo ad una riforma seria delle Forze di Polizia. Da 5 a 2 OK. Ma ribadisco non è giusto sacrificare il solo CFS.
Utente: Abbbelllo

Renzo, secondo te lo Stato prenderebbe con se un carrozzone come la Forestale della Regione Sicilia dove ci sono più di 10 mila forestali? E poi cosa succede, che in Sicilia ci saranno gli stessi forestali che nel resto d'Italia. Mi sembra una cosa improbabile anche perché non si può trasferire qualcuno senza dargli un indennizzo che, vista la situazione, lo Stato non può permettersi di pagare.

Bisogna ridurre le forze di Polizia da 5 a 2 e i forestali regionali e la Polizia Provinciale rimangono alle dipendenze degli enti locali.
Utente: Renzo Cardarelli

Una vera razionalizzazione sarebbe il passaggio dei Corpi di Polizia Provinciale, dei Corpi Forestali Regionali, dei Corpi Forestali a statuto auonomo e altri soggetti giuridici che operano in campo ambientale, nei ranghi del CFS. Si avrebbe un vero risparmio e un unico e forte Corpo di Polizia in campo ambientale che opererebbe su territorio nazionale. Ma il Governo deve dare risposte all'Europa che vuole meno forze di Polizia. Quindi, come citato nella mia precedente mail, sacrifica il CFS sull'altare delle apparenze. Invito tutti a firnmare la petizione online sul sitto change.org (NO ALLA SOPPRESSIONE DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO. L'Italia ha bisogno del Corpo Forestale dello Stato. Il CFS protegge le cose più belle del creato.
Utente: Antonio Alassio

Mi sa che Matteo Renzi è l'euforico politico del giorno non conosce i compiti delle varie forze di polizia, il servizio svolto, la loro storia, come sono strutturate, dislocate e in quanti fanno servizio nei corpi regionali e quanti in quelli statali. Ha solo letto dei fogli con riportati le spese e con qualche calcolo elementare fa il taglia e incolla sintetizzando il tutto in 4 righe credento di salvare il bilancio dell'italia. La realtà è diversa l'unione delle varie forze di polizia è tutt'altra che complessa e lunga, bisognerebbe cambiare e specificare le competenze di ogni corpo con leggi non si può fare in pochi mesi facendo un minestrone e non si può neanche eliminare il CFS provocando un danno enorme al paese, è come togliere le guardie dai carceri. Gli sprechi sono altri ad esempio gli affitti d'oro degli uffici pubblici quanto poi ci sono caserme e proprietà pubbliche non utilizzate
Utente: Renzo Cardarelli

Sopprimere il CFS è una perdita per il paese. La Polizia di Stato e preposta all'ordine e la sicurezza pubblica e nel corso degli anni sarebbe inevitabile un indebolimento nel controllo del campo ambientale. Voi che siete contro il CFS, mi spiegate perchè i CC e la PS non vengono accorpate? (eppure si sovrappongono come attività) Perchè la GdiF non viene assorbita dall'Agenzia delle Entrate? La verità è che sono politicamente e numericamente forti e quindi l'agnello da sacrificare sull'altare è il glorioso CFS che con pochi uomini e risorse svolge un grande servizio per il paese.
Redatore: Mario Spezia

Qui non si tratta di semplici addizioni aritmetiche, dove spostando gli addendi il risultato non cambia. Si tratta di organismi dello stato, che sono cose un po' più complesse delle addizioni. Oltretutto la Polizia ha una funzione essenzialmente di controllo e di repressione, mentre il Corpo Forestale dello Stato si occupa di ambiente e di foreste, che non credo vadano regolate con la pistola e il manganello. L'attuale governo punta molto sulla semplificazione, ma rischia di distruggere le poche cose che funzionano senza poi sostituirle con qualcosa che funzioni meglio. Un grande errore, perché comporta sprechi enormi ed inefficienza aumentata.
Utente: Abbbelllo

Per quale motivo i compiti del cfs sotto il ministero dell'interno dovrebbero andare persi se si crea all'interno della polizia di stato un reparto di polizia ambientale? Qualcuno dice perche la polizia ambientale farebbe tutto tranne ciò per cui è nata. Sarà, ma io non ci credo perche a me non è mai capitato di essere fermato lungo la statale adriatica dalla Polizia Ferroviaria, non mi è mai capitato di vedere il reparto mobile della polizia postale, non mi è mai capitato di essere controllato in stazione ferrovaria dalla polizia scientifica, non mi è mai capitato di essere controllato in aeroporto dalla polizia stradale... E poi basta col fatto che il cfs ha 200 anni di storia!!! In francia, la gendarmeria, nata se non sbaglio quasi 300 anni fa!!, è passata sotto il loro ministero dell'interno, senza tante storie!! Il problema non è la tradizione, ma le poltrone!!!!
Redatore: Mario Spezia

Generale Cudia: una lettura illuminante:

https://www.youtube.com/watch?v=1OdOjqwo0QA

Uploaded on Jun 29, 2009

Il nuovo saggio di Mariano Cudia racconta di come nelle pubblica istituzione Corpo Forestale si perseguita, per proteggere amici e parenti e per tutelare in teressi, molti dei quali, an cora da scoprire e che sono al vaglio dell Autorità giudiziaria. Lautore spiega i motivi delle persecuzioni subite, dovute a gelosie culturali, di preparazione professionale di giusta gestione tecnica, giuridica ed amministrativa, di compor-tamento etico e democratico. Cosa dice la copertina: Il titolo la racconta tutta; CORPO FORE-STALE DELITTO DI STATO, significa che vi è stata leliminazione istituzionale e sociale di una persona che rivestiva, sino a pochi giorni fa una carica istituzionale e sociale importantissima, in quanto comandante del Corpo Forestale della Basilicata. La morte, pur essendo civile, lautore teme che possa divenire fisica, infatti ha chiesto invano - protezione fisica, per se e la sua famiglia, ai preposti organi istituzionali. Il sottotitolo BASILICATA U Patruni e lomu niru Fanno Fuori il generale, vuol dire che la maggior parti dei fatti e degli venti è successa in Basilicata, mentre . U Patruni e lomu niru, per lautore vuole significare il Padrone cioè colui che gestisce il Corpo in forma oligarchica e dittatoriale, mentre omu niru significa luomo nero, cioè un inquietante personaggio

da scoprire nel corso della lettura. Per la prima volta, nella letteratura, un saggio è anche un giallo perché lascia molti interrogativi, ma a chiare lettere dice come viene gestita la cosa pubblica, in Italia. Limmagine di copertina rappresenta il cappello nero della divisa di gala dei dirigenti del Corpo Forestale con i gradi di Generale di Brigata. Il Cappello è nero e non grigio verde perché vi è segno di lutto per la morte civile di un generale. Il retro di copertina riporta la foto dellautore, sperando che non vada data in mano a killer per farlo fuori ed il suo curriculum, ristrettissimo è sacrificato allessenziale. Il logo della Comunità Europea chiude in basso la copertina. I contenuti del libro, oltre alla presentazione, lintroduzione e il pensiero dellautore, pubblica i molteplici documenti, compreso le denunce, a diverse Procure della Repubblica ed alla Procura della Corte dei Conti, presentate per il caso. Vi sono riprodotti anche documenti di denuncia di Sindacati, interrogazioni di deputati e articoli di giornali come Scandalo nella Forestale, Parentopoli, eccetera, affinchè rimangano atti della storia dItalia e diventino, nei secoli, consultabili nelle maggiori biblioteche nazionali, regionali, comunali, dItalia e dEuropa, dove il saggio sarà donato. La presentazione dei fatti e del volume, ci sarà in molte città dItalia.
Utente: Sebybonnj

Rispondo a marco che parla di vergogna, innanzitutto il corpo forestale è in quanto istituzioni è stata soggetta in questi anni a diversi scandali quale parentopoli... Vatti a documentare ignorante! Digita la parola generale cudia e fatti una cultura! qui non è il carabinieri che massacra il cittadino, dove il carabinieri se ha sbagliato paga qui sono i vertici che hanno commesso diversi errori, avere 1150 comandi stazione e lasciare uno o due agenti che non ricoprono neanche le qualifiche di upg a che servono? Non dico che la forestale è un corpo marcio dico che andrebbe riformata e se assorbita nella PS non cambierebbe nulla... Vai sul sito dei forestali e vedi quanta gente è stremata di lavorare in questo modo! Io da cittadino mi auguro che riducano le ff.pp 5 sono troppe
Redatore: Mario Spezia

Chi si è occupato negli ultimi 20 anni di gestione dell'ambiente e del territorio, sa molto bene che siamo passati da una situazione in cui il controllo era effettivo, perchè le guardie forestali e le guardie provinciali erano messe nelle condizioni di svolgere il loro lavoro e lo svolgevano effettivamente, alla situazione attuale, in cui non esiste più alcun controllo sul territorio e sulla conservazione dell'ambiente, perchè le forze di polizia sono state via via esautorate dal potere politico, che si è arrogato direttamente la gestione del territorio attraverso varie riforme che hanno spostato tutti i centri decisionali nelle mani delle Regioni e dei Comuni. Questo nuovo passo nella direzione di eliminare ulteriormente il presidio delle forze di polizia sul territorio (non dimentichiamo che anche la Polizia Provinciale è in via di dissolvimento) dimostra il totale disinteresse di questa classe politica per il più importante patrimonio italiano. Va anche tenuto presente che il Cfs non è solo una forza di polizia, è anche una istituzione che gestisce i Centri di biodiversità forestale, le banche dei semi, centri di studio e di ricerca di primissimo livello con pubblicazioni scentifiche riconosciute ed apprezzate in tutto il mondo, Parchi Nazionali e Riserve Naturali, come Bosco Fontana e Bosco Nordio, una miriade di piccoli interventi di riforestazione sia in pianura che in montagna con l'enorme lavoro di controllo e di studio che sta dietro ad ognuna di queste iniziative. Il Corpo Forestale di Stato andrebbe rafforzato e il suo potere di intervento andrebbe completamente svincolato dal controllo e dagli interessi dei politici locali, che hanno ampiamente dimostrato di non tenere in alcun conto la tutela dell'ambiente e del territorio e che in poco tempo manderebbero in rovina l'enorme patrimonio di esperienza e di conoscenza del Cfs. Purtroppo i deputati del PD seguono una logica lontanissima da questi problemi e vicinissima all'approccio di Berlusconi/Lega.
Utente: Maltair

E' ovvio che 5 forze di polizia non possono esistere in italia...siamo già ridicoli agli occhi degli europei. Cosa possono fare 7000 forestali nel territorio nazionale??? NIENTE! Oppure poco e fatto male...Ritengo giusto l'assorbimento del Corpo nella Polizia di Stato e negli altri comparti come prevede il DL. Se si vuole tutelare veramente l'ambiente occorre veramente un comparto di specialità e questo può esistere sono nella Polizia di Stato o Carabinieri..Ho un caro amico forestale che mi ha ribadito questo concetto...I veri Forestali non scompariranno, cambierà il colore della divisa e l'ambiente sarà sempre tutelato...
Utente: Bartolini Claudio

Per il personale del CFS, se transita in altra forza e gli viene data la possibilità di operare come una specialità della forza di polizia in cui viene inglobato, non cambia nulla, anzi le cose gli potrebbero anche migliorare.

Inoltre si ridurrebbero le alte cariche inutili.
Utente: Marcoasis Arete

Nel 2013 il Corpo Forestale dello Stato ha ottenuto il più alto indice di gradimento fra tutte le forze dell'ordine, con le sue (o meglio con le sue sole) 8.500 unità. Evidentemente il paese non condivide la tua esperienza personale.
Utente: Cristina Stevanoni

Basterebbe uno sguardo al piano SBLOCCA ITALIA per capire quale sia il vero intendimento di chi finalmente ci governa. Dico finalmente, perché siamo alla fine.

Ciò premesso,e con riferimento alle mie personali esperienze, posso dimostrare come il CFS non sia in grado di tutelare il bene da cui prende il nome: e cioè gli alberi.

Mi pare che, sempre ricordandosi che sono forze di polizia, i Forestali siano molto attenti ai problemi degli animali.

O quanto meno: se vai a parlargli di alberi, ti parlano di animali.

Se telefoni al numero d'emergenza, ti rispondono dal bellunese, e ti dicono che l'emergenza è una cosa, e loro un'altra.

Questa, in estrema sintesi, la mia modesta esperienza.

Anni fa, a proposito del cedro del Libano denudato alla Chimica (le ex scuole Perini, ora Tommasoli), denudato dal primo Tosi e non dagli ultimi Chimici!, i Forestali ebbero un moto d'orrore: si trattava d'un esemplare magnifico. Mi scrissero che il cedro non sopporta le potature. Lui è là, un moncone infelice, che, se volete, può sussurare ai cavalli, e parlarvi di Forestali e Seghe Nord.
Utente: Marcoasis Arete

Pardon *il Noe non Nos.
Utente: Marcoasis Arete

Appunto LP, la gente si è venduta per cosi poco.

A Veronica rispondo : scandali eclatanti nel Corpo Forestale non ve ne sono, se vi sono stati degli episodi isolati non è un motivo per prendersela con tutto il Corpo, altrimenti dovremmo parlare di parecchi scandali, come i carabinieri che hanno ucciso un uomo a suon di legnate. Ma non è di certo il caso di sopprimere l'Arma dei Carabinieri.A proposito di Carabinieri: il nos di cui tu parli è sopraggiunto MOLTO dopo l'istituzione del Corpo Forestale..quindi non so se chiamarti ignorante o peggio..Se mi parli di scandali, ( dal bunga bunga a quello che sta facendo Renzi) i veri scandali li ha fatti il GOVERNO e NON LE FORZE DELL'ORDINE, essendo dei parassiti dove persino il loro portaborse guadagna piu di un agente di polizia, forestale, vigile del fuoco ecc.. Dovresti vergognarti Veronica.
Utente: Aegean0

Caro Marco,

80 denari sono circa 1/10 dello stipendio di un patetico calabrache, 1/100 dello stipendio di un parlamentare, 1/10.000 dello stipendio di una star del calcio.

1/10, 1/100, 1/10.000

Lo stipendio ma sopratutto gli "extra" dei politici sono un problema, ma non l'unico (e non solo in Italia).

Comunque poco importa, né Renzi, né Akhenaton, risolveranno il problema.
Redatore: Mario Spezia

Veronica, vorresti per favore elencarmi gli scandali che riguardano il Corpo Forestale dello Stato, tenendo ben presente che stiamo parlando di CFS e non della Guardia di Finanza (GdiF) e neppure dei Corpi Forestali Regionali, che dipendono dalle Regioni e si occupano di tutt'altre cose.
Utente: Veronicatangorra82

Era era che qualcuno mettesse mani agli scandali di questo corpo
Utente: Veronicatangorra82

Si perché il noe di cosa si occupa?
Utente: Marcoasis Arete

Concordo pienamente con Attilio
Utente: Attilio Anacleto

FA PIU' RUMORE UNA SCORREGGIA DI RENZI CHE UNA FORESTA CHE CRESCE.

UN REGALO ALLE ECOMAFIE. BRAI.
Utente: Veronicatangorra82

l'ignoranza sta nel chi non vuole cambiare le cose il Corpo Forestale dello Stato si è fatto contraddistingue in questi anni dagli scandali giornalistici e mediatici vogliamo parlare di questo e allora cosa centra che un corpo altamente specializzato nella biodiversità poi ti faccia pubblicità in reati come quelli riguardanti la droga bene non è questione di 80 euro ma mi chiedo a cosa serve il Corpo Forestale dello Stato se non tutelare gli ottomila privilegiati che potrebbero benissimo poter continuare a fare il proprio lavoro sotto un altro ministero finite la che lavorano lo perdete ma nell'eventualità si cambia il Ministero non capisco tutti questi piagnistei
Utente: Marcoasis Arete

Quanta ignoranza traspare da alcuni commenti qui sopra.. Il Corpo Forestale dello Stato è un corpo ALTAMENTE professionale e con specifiche qualifiche nella tutela dell'ambiente. L'Italia è il paese con la più vasta biodiversità d'Europa e uccidere il Corpo Forestale significherebbe uccidere l'Italia. Poi se si parla di sprechi ( mi riferisco a Sebastiano )l'Italia è anche l'UNICO PAESE ad avere un così alto numero di Parlamentari, è l'unico paese dove i politici prendono 8.600 euro al mese: SE SI DEVE TAGLIARE QUALCOSA, TAGLIASSERO SU DI LORO E NON SULLE FORZE DELL'ORDINE! Ma voi vi abbassate le mutande per 80 euro. Patetici!
Redatore: Mario Spezia

Questi sono i risultati di un ambientalismo utilizzato da "illo tempore" per costruirsi una carriera politica nei partiti della sinistra italiana. Vedi anche:

http://www.veramente.org/wp/?p=14008

http://www.veramente.org/wp/?p=13453
Utente: Forzacatania78

Possono benissimo continuare a svolgere il proprio lavoro sotto la PS www renzi!!!
Utente: Sebybonnj

Finitela...governo renzi cambia questa Italia di sprechi di lobby inizia con il corpo forestale per accorpare le 5 forze di polizia volete capire che neanche la.nazione più all'avanguardia del mondo come.l'America ha tutte queste polizie!
Utente: Antonionicolini

tempo fa un amico diceva che preferiva votare Berlusconi che, essendo un incapace, almeno avrebbe fatto pochi danni, mentre temeva di più questi che ci sono adesso perché le cose le fanno sul serio.

e nel frattempo hanno anche approvato la cattura di uccelli per fare richiami vivi:

http://www.huffingtonpost.it/fulvio-mamone-capria/uccelli-richiamo-vergogna-pd-lobby-cacciatori_b_5616047.html

Inizio a pensare che aveva ragione l'amico di cui sopra.....