4 amici in bicicletta da Verona alla Sicilia. Un viaggio che ora è diventato un libro.

Il viaggio (con il percorso e le foto) e il libro verranno presentati dagli autori venerdì 2 febbraio alle ore 20.45 in sala Lucchi (piazzale Olimpia, 3) durante una serata organizzata da Fiab Verona nell'ambito della XXX edizione della rassegna "Viaggiando in bicicletta nel mondo". L'ingresso è libero.

Qualche anno fa due coppie di amici, praticamente sessantenni, decisero di fare un lungo viaggio in bicicletta. Non era la loro prima esperienza, ma in quella occasione vollero fare un viaggio in un ambito geografico che fosse vicino alla nostra quotidianità, accessibile a tutti e che seguisse un unico filo conduttore, possibilmente di carattere storico.

La spedizione garibaldina dei Mille permise loro di coniugare tutte queste esigenze e furono quindi le tracce di questa vicenda storica a suggerire il percorso che, unitamente a qualche altro fatto risorgimentale, si svolse partendo dalla porta della loro casa a Verona lungo tutta la penisola.

Durante quel viaggio furono anche scritti dei reportages che puntualmente apparvero su Veramente.org ed è appunto a partire da quegli scritti che è stato realizzato un libro, ora edito da Book Sprint Edizioni.
"A ruota dei Mille" è il racconto del viaggio di questi quattro amici e ad accompagnarli ci sono le memorie scritte da alcuni garibaldini al termine della loro ottocentesca impresa.

Le sensazioni, le emozioni, le narrazioni, le descrizioni paesaggistiche e sociali fatte un secolo e mezzo fa da Giuseppe Cesare Abba, da Alberto Mario, da Giuseppe Bandi e dallo stesso Garibaldi sono ora rivissute e raffrontate con quelle provate dai quattro pedalatori contemporanei.

Aver rivissuto tutto questo in bicicletta ha permesso un punto di vista insolito in un viaggio che, nel suo realizzarsi con lentezza, ha portato a sempre nuove scoperte. Ha consentito di vivere in maniera profonda le differenze territoriali, l'orografia, la geografia e tutti quegli elementi che hanno facilitato oppure reso difficile il realizzarsi degli eventi. Non meno importante è stato poi l'incontro con le persone che in queste località quotidianamente vivono e che ci fanno venire a contatto anche con la loro cultura, la loro esperienza e la loro umanità.

Da questo modo di viaggiare è derivata una diversa visione delle cose ed una conoscenza più vissuta della storia, che ora ci appare come una realtà più viva e concreta di quella appresa dai manuali scolastici.

Contenuti correlati

Le lamentazioni di Joni Mitchell
Le lamentazioni di Joni Mitchell Turbulent indigo è uscito nel 1994. E' uno degli album più belli della cantautrice e pittrice canadese Joni Mitchell. E' concepito insieme come raccolta di bran... 2733 views Mario Spezia
Due menestrelli a Stoccolma
Due menestrelli a Stoccolma Bob Dylan e Dario Fo, due grandi inventori di storie, accumunati dalla passione per la poesia e per lo sberleffo.Il giullare recita il personaggio di papa Bonif... 1109 views Mario Spezia
Renoir e la Costituzione italiana
Renoir e la Costituzione italiana Il diritto inviolabile alla libera espressione di ogni uomo è al centro della Costituzione come della mostra Mediterraneo, a Genova, Palazzo Ducale, aperta fino... 835 views sabrina_baldanza
Buon compleanno a tutti noi!
Buon compleanno a tutti noi! Veramente.org compie un anno. Quasi un articolo al giorno finora, e c'è tanto spazio per i vostri.Saramago ne La caverna fa dire a Cipriano Algor: "Ci si abitua... 768 views charlie_mirandola
Lentius, profundius, suavius.
Lentius, profundius, suavius. Un invito a riscoprire e rileggere Alexander Langer, ecologista appassionato e lucidissimo, più attuale che mai."Bisogna dunque riscoprire e praticare dei limit... 775 views alexander_langer
Che libro leggere in vacanza
Che libro leggere in vacanza La mia scelta è caduta su "Storia della mia gente" di Edoardo Nesi, vincitore del Premio Strega 2011. Mi sembrava interessante per il tema trattato: la fin... 808 views cristina_lanaro
L'arte a testa in giù
L'arte a testa in giù Da non perdere la bella e intensa mostra dedicata a Marc Chagall "Il Mondo sottosopra" fino al 10 luglio a Palazzo Forti. Oli, gouache, incisioni fin da su... 932 views sabrina_baldanza
Mostre o Mostri?
Mostre o Mostri? Siamo stufi dei mostri sacri, c' è dell' altro da proporre e da vedere. Abbiamo artisti di grande qualità, vicino a casa, che non vengono mai proposti.Cominciam... 750 views Mario Spezia