www.veramente.org
Informazione e ambiente veronese

She did it

 
2016 she did 20439

L'ha fatto: Virginia Raggi e la giunta di Roma hanno dato un calcio nel culo a faccendieri, costruttori, palazzinari, ducetti toscani e tutti quelli che l'hanno messa in un angolo per ottenere le olimpiadi di Roma 2024. Adesso per lei sarà dura, ma è entrata nei nostri cuori.

"We did it"

(L'esercito delle 12 scimmie - dal film omonimo)


Si può dire di tutto sul movimento 5 stelle: dalle ovvie critiche sul loro buffo capopopolo, alle perplessità sul fatto che è retto da un'agenzia di pubblicità, il cui titolare, se viene a mancare, è sostituito dal figlio (secondo l'ordinamento giuridico vigente). Si può discutere sul dilettantismo di esponenti scelti in base a dei video su youtube, sulla mancanza di democrazia interna, sull'utilizzo indiscriminato dei social network, il fenomeno più stupido e sopravvalutato del nuovo millennio.

Sono tutte critiche condivisibili, e da noi condivise, ma per oggi dobbiamo guardare a un fatto. Il Comune della capitale ha definitivamente bocciato la candidatura di Roma per ospitare le olimpiadi del 2024. Niente spese folli per l'immagine della città, niente faraoniche strutture destinate a marcire nel degrado dopo pochi anni, niente valanga di debiti.

Possiamo solo immaginare le pressioni a cui è stata sottoposta la sindaca in questi giorni. La guerra è stata totale, con bordate micidiali scatenate da tutti gli organi di stampa controllati dal governo. La cricca dei mangiasoldi non poteva perdere questa ghiotta occasione, per cui ogni scusa è stata buona per fare terra bruciata attorno alla nuova giunta romana.

Da buoni italiani, gli avversari della Raggi si sono dedicati innanzi tutto all'attività di dossieraggio, sia su di lei (consulenze legali non correttamente denunciate per l'Azienda sanitaria locale di Civitavecchia) che sui suoi assessori, in particolare Paola Muraro.

Come prevedibile, il polverone sollevato è stato senza dubbio sproporzionato rispetto a quanto portato effettivamente alla luce dai detective dell'opposizione, ma tutto ciò è servito a far dubitare l'opinione pubblica e a far capire alla sindaca che sull'argomento olimpiadi non si scherza.

Dove non arrivano i media prezzolati, arrivano le minacce: pare che Malagò, Montezemolo e il resto del comitato Roma 2024 siano in procinto di intentare alla sindaca e ai consiglieri che hanno votato no una causa per danno erariale. Incaricato della pratica sarebbe Gianluigi Pellegrino, avvocato amministrativista che ha vinto cause importanti.

Ma la causa legale sarà solo la prima delle contromosse. Attendiamoci una stagione di veleni che farà di tutto per portare la nuova giunta alle dimissioni.

Comunque sia, il movimento 5 Stelle ha marcato una volta di più la propria distanza da una politica corrotta e serva dei potentati economici. Il suo fermo no su TAV, EXPO e Roma 2024 deve far riflettere tutto il movimento ambientalista su chi sia l'interlocutore più credibile in sede politica, nazionale e locale.

roma-2024-malagò-montezemolo-675

Scrivi un commento

Redatore: Mario Spezia

Non so. Sicuramente la stragrande maggioranza degli italiani è in balia di un sistema di informazione controllato da imprenditori, industriali, palazzinari e politici collusi con tutti costoro. Ma c'è anche una fetta non insignificante di popolazione che è stufa di veder buttare via i soldi pubblici e sopratutto i propri soldi versati all'erario in operazioni strampalate e per di più fallimentari, altrimenti non si spiegherebbe l'elezione della Raggi a Roma e della Appendino a Torino. Questa gente ha sicuramente molto apprezzato la decisione della sindaca di Roma.
Utente: Ern Cav

Avrei dei dubbi sulla frase finale di Marco (... rischierebbe il linciaggio pubblico dal primo che incontrerebbe per strada).

Purtroppo mi pare che moltissimi italiani siano convinti che sarebbe bello ospitare le olimpiadi.

Quasi tutti i mezzi di comunicazione sono in mano a chi le olimpiadi le vuole a tutti i costi e è difficile avere notizie, e quindi opinioni, diverse.

Poi, se le olimpiadi fossero fatte a Roma, nessuno, per decenni, riuscirebbe a fare un bilancio realistico.

Così succederebbe quello che è successo per EXPO 2005: quasi tutti convinti che sia stato un grande successo:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/09/13/expo-il-difensore-regionale-impone-alla-societa-di-alzare-il-velo-sui-verbali-del-cda-e-di-proprieta-pubblica-basta-scuse/3028306/
Utente: Engvej

Potrà anche non concludere più nulla, non risolvere alcuno dei problemi di Roma, ma ha già evitato che aumentassero, con insulse spese olimpiche.

Parliamoci chiaro, davanti alle prospettive economiche future del paese, con più volte in questa estate che La Stampa accenna ad interventi dell'ESM, con relativi memorandum, per salvare Mps (5 miliardi di ricapitolazione, dimenticando i 7 di Unicredit), qualcuno sarà ancora più furente dello stop agli affari olimpici, perchè questa potevo essere l'ultimo giro prima che la contigenza economica rischi di inappagare i loro appetiti per altri anni; se malauguratamente dovesse esserci l'intervento dell'ESM con il conseguente memorandum, penso che accennasse ad olimpiadi rischierebbe il linciaggio pubblico dal primo che incontrerebbe per strada.
Utente: Ern Cav

Spero che, per questa volta, riescano a fermare un grande magna-magna.

Purtroppo si ripartirà fra qualche mese con un'altra grande idea: mondiali di quale sport? universiadi? giochi del mediterraneo?

Tutte le precedenti esperienze e alcuni importanti studi economici dimostrano che questi eventi sono sempre fonte di enormi debiti che restano sul groppone dei contribuenti

(http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/08/12/olimpiadi-qualche-numero-per-orientarsi-nel-futuro-vedi-roma-2024/2969692/#disqus_thread)

Dall'altra parte ci sono bande di politici e faccendieri che si spartiscono il bottino: sembra che finora abbiano già speso 10 milioni di euro.

I miliardi in gioco sono tanti, gli appetiti insaziabili, le truppe agguerrite e ben pagate.

Gran parte dei contribuenti sono convinti che così si tiene alto l'onore della nazione e non pensano ai costi che si dovranno pagare.
Redatore: Michele Dall'O'

Perché, in fin dei conti, gli IGNAVI RAGGIRI.
Redatore: Michele Bottari

Comunque hai tenuto a bada Montezemolo e Malagò:

"Arginavi grigi"
Redatore: Michele Dall'O'

Dato che gli mescola le carte: GANG: VI RIGIRAI!
Redatore: Michele Bottari

E i suoi avversati hanno perso la libido:

"Grigi in Viagra"
Redatore: Michele Dall'O'

Ah Virginia: GARA INGRIGIVI!