Dal 28 ottobre al 1° novembre a Negrar (VR) si terrà il convegno internazionale di speleologia "SpeleoLessinia 2011 ". L'obiettivo è quello di condividere conoscenze: "Esplorare per conoscere, conoscere per salvare". Il programma completo.

 

La protezione avviene attraverso la conoscenza. Nel mondo della speleologia questa affermazione trova un fondamento radicale: il mondo sotterraneo è buio e invisibile per definizione, solo l'uomo - speleologo lo può portare alla luce. Ecco quindi qual è la missione della ricerca speleologica del nuovo millennio "Esplorare per conoscere, conoscere per salvare".

Custodire un tesoro prezioso, fatto di acque cristalline, di minerali fragilissimi, di archivi del tempo che ci possono raccontare cose inimmaginabili. La responsabilità dello speleologo è quella di comunicare alla comunità quanto di inestimabile esista in quel Continente Buio che rimane ancora la più vasta frontiera di luoghi sconosciuti del nostro pianeta.

Il raduno internazionale di speleologia 2011 si terrà in una terra, una montagna, dove l'uomo e l'ambiente si sono trovati ad intrecciare un rapporto profondo: la Lessinia. Proprio nelle grotte di queste montagne sono state trovate antichissime testimonianze dell'arte dell'uomo preistorico, dal Riparo Tagliente, al Ponte di Veja, al più antico dipinto scoperto nella Grotta di Fumane, una figura antropomorfa datata ben 36.000 anni fa.

Questo rapporto tra uomo e mondo sotterraneo è continuato attraverso i millenni fino ai giorni nostri. È qui, al di sotto dei pascoli del Corno d'Aquilio che sono state scritte pagine indelebili di esplorazioni degli abissi, nell'epopea della Spluga delle Preta, una storia che ha segnato generazioni di speleologi da ogni parte del mondo. Ma soprattutto è proprio qui che lo "speleologo" ha maturato una coscenza ecologica, realizzando, alla fine degli anni '80, che tutti questi sforzi esplorativi non hanno senso se non sono basati su un fondamento ecologista, un rapporto di rispetto e valorizzazione, tra uomo e mondo ipogeo.

È qui che è nata l'Operazione Corno d'Aquilio, la prima grande operazione di pulizia e sensibilizzazione, unica in Europa come coinvolgimento di persone, traversabilità e completezza scientifica. Il raduno SpeleoLessinia 2011 vuole diventare una finestra aperta su questo rapporto uomo - mondo sotterraneo, un'introspezione nel ruolo che hanno gli speleologi nella conoscenza e salvaguardia del Continente Buio.

Programma del convegno

Venerdi 28 ottobre inizio ore 14,00 termine ore 19,00

La Salute in viaggio e al centro della terra (a cura di Sandro Dalle Pezze e Galiano Bressan) - Aula Magna, Cantina Sociale di Negrar, Verona

ore 14.00 Registrazione partecipanti

ore 14.10 – 14.20 I PARTE: Viaggio intorno alla terra - Moderatori: dott.ssa Giuseppina Napoletano, Rino Bregani, (forse Bisoffi?)

Ore 14.20 – 14.50 I rischi non infettivi ed infettivi nei viaggi internazionali: verso un decalogo per viaggiare in salute - dott. Federico Gobbi

Ore 14.50 – 15.10 Il viaggio è per chiunque? Rischi e misure preventive per le diverse tipologie di viaggiatore - dott. Andrea Rossanese

Ore 15.10 - 15.30 Casi clinici esplicativi - dott. Andrea Angheben, dott.ssa Chiara Postiglione

Ore 15.30 - 15.50 Domande e dibattito

Ore 15.50 – 16.00 II PARTE: Viaggio al centro della terra - Moderatore: dott.ssa Giuseppina Napoletano, Rino Bregani, Corrado Camerini

Ore 16.00 – 16.50 Rischi infettivi per lo speleologo - dr. Ercilio Vento Canosa

Ore 16.50 – 17.10 I rischi non infettivi per lo speleologo (traumi, shock termico) e nozioni di primo soccorso - Dr. Giovine Giuseppe

Ore 17.10 – 17.30 Il mal d'altura: timore infondato o realtà? - dott. Andrea Rossanese

Ore 17.30 – 17.50 L'evoluzione del viaggio e Sua organizzazione nell'era della Globalizzazione - dr. Paolo Sacchi

Ore 17.50 - 18.00 Conclusioni finali - dr.ssa Giuseppina Napoletano

Ore 18.00 – 18.15 Verifica ECM con questionario - dott.ssa Giuseppina Napoletano


Sabato 29 ottobre inizio ore 16,00 termine ore 19,00

 

SPELEOLOGIA VENETA - Aree carsiche e Grotte: Flash su avventure di esplorazione e di ricerca (a cura di Luca Dal Molin e Paolo Gasparetto – F.S.V.)

Storia delle esplorazioni Montelliane dall''800 ai giorni nostri - Paolo Gasparetto

Recenti esplorazioni alla Spurga delle Cadene (VR) - Antonino Bileddo (U.S.Veronese)

Buso della Rana. Nuove esplorazioni lungo il Ramo Principale - G.G. CAI Trevisiol

Ultime esplorazioni del GS CAI Malo al Buso della Rana - GSM Malo (Matteo Scapin)

Pissy- Rana: "Fumata grigia al caminetto!!!" - Cesare Raumer e Flaviano Masetto

Il Buso della Rana - Pisatela è ipogenico? - Nicola Tisato (G.G.Schio)

Esplorazioni in Val Zoldana - Tono De Vivo

Studio delle acque di drenaggio di una miniera di alabastro nelle ialoclastiti tardo-ladiniche dell'alta valle del Cordevole - Edoardo Bellocchi (C.S. Proteo)

Nuove esplorazioni in Genziana, Cansiglio: il ramo degli omini verdi - Filippo Felpe

Abisso di Col de la Rizza - Filippo Felpe

Ultime esplorazioni del Gruppo Speleologi CAI Malo all'Abisso del Corno - GSM Malo

Abisso di Malga Fossetta: "L'Aldilà" - Cesare Raumer e Fernando Sampò

Piani Eterni: viaggio nella nuova frontiera esplorativa delle Dolomiti - Giovanni Ferrarese e Francesco Sauro

El Cenote. L'esplorazione di un abisso di alta quota nelle Dolomiti Ampezzane - Club Speleologico Proteo (Matteo Burato)


Domenica 30 ottobre inizio ore 16,00 termine ore 19,00

 

MONTI LESSINI - un ambiente carsico da scoprire (a cura di Ugo Sauro)

I Parte

a) - Monumenti Naturali carsici e non - Ugo Sauro e Diego Lonardoni

b) – Le Grotte e l'Uomo nella preistoria della Lessinia - Antonio Guerreschi e Marco Peresani

c) - Biospeleologia, speleologia e ricerche in Lessinia - Leonardo Latella

II Parte

Giuseppe Troncon e Francesco Sauro presentano il libro "La Spluga della Preta -  Trent'anni di esplorazioni e ricerche nella Spluga della Preta dall'Oca ad oggi"


Lunedi 31 ottobre inizio ore 16,00 termine ore 19,00

 

LA TUTELA DEGLI ACQUIFERI CARSICI - CHE "C'ENTRANO" GLI SPELEOLOGI (Auditorium Scuole Elementari)

Ore 16.00 - Introduzione e presentazione convegno chairman Beppe Muraro, giornalista

Ore16.15 - Lo studio delle acque carsiche Jo de Waele, docente Scienze della Terra, Università di Bologna

Ore16.30 - Proiezione del film "Le vene dei Monti" di Andrea Gobetti e Tommaso Biondi con introduzione di Valentina Malcapi Federazione Speleologica Toscana

Ore17,00 - Il ruolo della SSI Giampietro Marchesi, Presidente Società Speleologica Italiana

Ore 17.15 - Il ruolo del CAI Umberto Martini, Presidente generale Club Alpino Italiano

LE AZIONI DEGLI SPELEOLOGI: ALCUNI ESEMPI

Ore17.30 - La conoscenza come base per la tutela: l'esperienza di collaborazione tra Federazione Speleologica Lombarda e Regione Lombardia

Ore 17.45 - Seguire i Fiumi della notte: dilettanti o professionisti a cura della Federazione Speleologica Toscana

Ore 18.00 - Gli acquiferi carsici della Puglia a cura della Federazione Speleologica Pugliese

Ore 18.15 - Presentazione della nuova edizione de "L'acqua che berremo" a cura della Federazione Speleologica Veneta

Ore 18.30 - Impressioni e note a margine del dibattito - Sen. Giacomo Santini presidente del Gruppo Amici della Montagna del Parlamento Italiano


Contenuti correlati

Una proposta per Malga San Giorgio
Una proposta per Malga San Giorgio A 1550 metri la neve non è più una costante certa, ma ci sono delle valide alternative.Si può puntare su scialpinismo e sci da fondo (in presenza di neve), escu... 7255 views Mario Spezia
Le mani sulla Passalacqua
Le mani sulla Passalacqua Giovanni Policante e Stefano Malagò, i professionisti ai quali è stato affidato l'incarico di preparare il progetto esecutivo dell' intervento, si presentano co... 2354 views redazione
Caro Flavio
Caro Flavio Questa è una di quelle lettere che non troveremo mai sul Bugiardello.Caro Flavio,sono l'ex presidente della Fidas provinciale di Padova. Abbiamo lavorato insiem... 819 views patrizio_giulini
Non se ne può più!
Non se ne può più! Molti italiani si stanno chiedendo quale sia il metodo più efficace per sgombrare il campo dalla presenza pervasiva ed ossessiva del venditore all'incanto di pr... 1242 views dartagnan
Gli alberi di Pasqua
Gli alberi di Pasqua Tre piante, simbolo della primavera, per augurare a tutti una buona Pasqua.Certamente il Pesco, che ogni anno ritroviamo fiorito a Pasqua, Prunus pers... 880 views Mario Spezia
L' uomo che ha pagato la mensa ai bambini di Adro
L' uomo che ha pagato la mensa ai bambini di Adro Riprendiamo da: ScuolaOggi.org, 13 aprile 2010 Sono figlio di un mezzadro che non aveva soldi ma un infinito patrimonio di dignità. Ho vissuto i miei primi... 752 views un_cittadino_di_adro
Il suolo, un organismo vivente
Il suolo, un organismo vivente L'uso massiccio in agricoltura di prodotti di sintesi come fertilizzanti, diserbanti e antiparassitari ha contribuito, negli anni, a ridurre la naturale attivit... 1540 views fondazione_le_madri
El decoro a Verona
El decoro a Verona Ecome qua a scrìvar do righe su un argomento che me sta a cor: el decoro e la qualità dei foresti che vién in cità.Ah scuséme: ò tolto in man, al posto dela pen... 1014 views enso