Babilonia Teatri presenta per la prima volta a Verona Pornobboy, presso il Teatro Filippini per la rassegna di prosa contemporanea Atto III, sabato 9 gennaio 2010, ore 21

La compagnia teatrale veronese Babilonia Teatri -nel 2007 vincitrice del Premio Scenario e nel 2008 nominata ai Premi Ubu nella categoria Migliore novità italiana (o ricerca drammaturgia) con made in italy- si appresta a sbarcare per la prima volta a Verona con la sua ultima produzione dal titolo Pornobboy, che ha debuttato nel giugno 2009 nell'ambito del Festival delle Colline Torinesi, vetrina di novità teatrali firmate dai protagonisti della creazione contemporanea italiana e internazionale. A Verona Pornobboy andrà in scena sabato 9 gennaio 2010, alle ore 21, nell'ambito della stagione di prosa contemporanea "Atto III" organizzata da Fondazione Aida al Teatro Filippini (Vicolo Dietro Campanile Filippini 1), diretta da Simone Azzoni.

Pornobboy -di Enrico Castellani e Valeria Raimondi, e con Enrico Castellani, Valeria Raimondi, Ilaria Dalle Donne, realizzato con la collaborazione artistica di Vincenzo Todesco- fotografa il nostro tempo, la realtà e le sue contraddizioni. Va a scovare le nostre incoerenze, per scoperchiarle e riderne, con cinismo e con affetto.

Il centro dello spettacolo è il continuo bombardamento mediatico dei nostri tempi, ma anche il nostro modo di vivere e recepire tutto ciò. Il nostro farne parte. Il bisogno di mostrare, ostentare, guardare e vedere tutto. L'onnipresenza delle immagini, il fuoco incrociato di una comunicazione morbosa che rende dipendenti da particolari pornografici. Da dettagli macabri. Da una cronaca che si occupa dei fatti senza interrogarsi su cause ed effetti. Questa volta è sotto tiro l'incapacità di scindere pubblico e privato tipica del nostro tempo: il continuo mescolarsi dei piani che porta a una difficoltà di vivere e riconoscere in modo chiaro la propria identità, costretta a muoversi in un mondo liquido. Una schizofrenia in cui nuotiamo quotidianamente.

Una forte critica verso il mondo dell'informazione: la morbosa attrazione per il sangue, i delitti, gli scandali, i dettagli macabri.

"Pornobboy usa le quotidiane idiozie della nostra società per ritorcergliele contro, con effetto deflagrante". Renato Palazzi, Dacci oggi il nostro porno quotidiano, Il Sole 24 Ore, 21 giugno 2009

"Un ininterrotto flusso di parole come una scudisciata, una richiesta incessante, estrema di verità. E' un coro tragico, che denuncia un profondo malessere sociale e morale, giocato su tre voci in perfetta sintonia". Maria Grazia Gregori, Quanto sono porno i media, L'Unità, 20 giugno 2009

"Lo spettacolo è una aguzza critica sociale, una disperata ballata sul voyeurismo estremo di un'Italia fatta di guardoni e spacciatori di immagini, di opinioni drogate e inculcate, di cronaca nera che si tramuta in isteria collettiva". Andrea Porcheddu www.delteatro.it

per ulteriori informazioni: www.babiloniateatri.it

Contenuti correlati

L'acqua che beviamo
L'acqua che beviamo E' interessante ripercorrere la storia dell'approvvigionamento idrico della nostra città, dai tempi dell'antica Roma, quando l'acqua sorgiva veniva incanalata f... 1293 views Mario Spezia
Un requiem per gli alberi veronesi
Un requiem per gli alberi veronesi Nell'anno internazionale delle foreste proclamato dall'ONU, pubblichiamo uno zibaldone di titoli, tratti dal giornale cittadino e in rigoroso ordine cronologico... 944 views dallo
Una proposta per Malga San Giorgio
Una proposta per Malga San Giorgio A 1550 metri la neve non è più una costante certa, ma ci sono delle valide alternative.Si può puntare su scialpinismo e sci da fondo (in presenza di neve), escu... 7615 views Mario Spezia
Rifiuti sulle strade
Rifiuti sulle strade E’ da cambiare il sistema di raccolta rifiuti sulle strade extraurbane. Già nel 2017 (vedi Verona come Roma) abbiamo portato all’attenzione delle amministraz... 2935 views Mario Spezia
Le donne gravide devono stare alla larga dai pesticidi
Le donne gravide devono stare alla larga dai pesticidi Uno studio americano conferma che, per le donne incinte che vivono vicino a campi e aziende agricole nei quali vengono utilizzati pesticidi, aumenta di due... 987 views Mario Spezia
IKEA? Pessima idea
IKEA? Pessima idea Aperto lo stabilimento IKEA di Pisa con il solito codazzo di polemiche per scorciatoie urbanistiche poco chiare. Stesso destino per Verona? La multinazionale, m... 959 views Michele Bottari
Catullo
Catullo I rimandi fra le vicende dell'aeroporto e le rime del poeta Gaio Valerio Catullo, grande e sfortunato poeta della Roma classica, nativo della nostra città.CATUL... 1151 views Mario Spezia
La pianificazione territoriale ‘democratica'
La pianificazione territoriale ‘democratica' Giorgio Massignan, presidente provinciale di Italia Nostra, entra nel merito delle scelte urbanistiche che sono state fatte e che sarebbe opportuno fare nella n... 739 views giorgio_massignan