Sabato 19 luglio alle ore 21, ORIGINAL PERDIDO JAZZ BAND sarà l'ospite d'onore del quarto appuntamento di FAI L'ESTATE AL LAZZARETTO.

La storica band veronese prende il nome da una della vie di New Orleans (la Perdido Street nel quartiere di Storyville) ed è la più longeva delle formazioni jazz della nostra città.

Nata nel 1950 vede soci fondatori: il trombettista Giannantonio Bresciani detto Sabù ed il banjoista Gianni Romano.

Da un decennio gli altri componenti sono: Saulo Agostini(trombone), Rossano Fravezzi (clarinetto), Renzo Segala (b-tuba), Enzo Andreoli (wash board). Tutti uniti nella formazione strumentale tipica del primo 'dixieland' di New Orleans anni 1920-1930.

Il repertorio della Band si basa principalmente su musiche pervenute dalla prima discografia del periodo post-bellico e degli anni ‘50, in particolare quella di Louis Armstrong Hot Five – Hot Seven, suonate nello stile "New Orleans", ossia in un modo istintivo, aggressivo, vibrante, capace di ricreare le piacevoli, calde, sensuali atmosfere del primo jazz dei neri d'America.

La formazione è impegnata nella divulgazione del jazz tradizionale e, in oltre cinquant'anni di attività, ha tenuto più di mille concerti offrendo un valido progetto educativo per le scuole, di natura informativa di avviamento alla migliore comprensione della musica jazz, intitolato "il jazz e le sue origini: c'era una 

Ospite di festival, stagioni musicali, a livello regionale e nazionale; nel 1999 ha partecipato al Trofeo Internazionale della Musica (TIM) aggiudicandosi il 1° premio nella specialità jazz. Ha pubblicato quattro CD, di cui il secondo in occasione del centenario della nascita di Louis Armstrong: "Happy Birthday Satchmo". Pur avendo superato la boa del mezzo secolo, la Original Perdido Jazz Band non smette di mettersi in discussione e, senza sconvolgimenti radicali, continua a rinnovarsi. Il rinnovamento s'identifica in un sempre maggiore ampliamento del repertorio, nel segno della guida spirituale del gruppo: Louis Armstrong, dal più puro stile New Orleans ad aperture di marca Swing.

Molto sensibile alle iniziative destinate alla raccolta fondi, in particolare al sostegno della ricerca scientifica di Telethon nella lotta contro le malattie genetiche. In questa occasione si è resa disponibile per regalare al pubblico del Lazzaretto una serata speciale per l'attività che FAI, Comune di Verona e associazioni locali stanno portando avanti a tutela e valorizzazione dello storico sito accolto nell'ansa dell'Adige.

L'ingresso alle serate sarà libero e gratuito, con la possibilità – per chi lo desidera – di una libera offerta a sostegno della attività e dell'impegno del FAI in territorio veronese.

Come arrivare al Lazzaretto:

Porto San Pancrazio: Ponte San Pancrazio, via Ponte San Pancrazio quindi via Lazzaretto

Borgo Roma: via Tombetta, via del Pestrino quindi via Lazzaretto

Alla fine di via Lazzaretto sarà indicato il luogo del parcheggio.

Contenuti correlati

Sistemazioni fondiarie
Sistemazioni fondiarie Poco sopra Negrar, in località Castèl, é in atto uno sbancamento autorizzato che sta mettendo a repentaglio la sicurezza dei cittadini e la stabilità del terren... 1205 views Mario Spezia
Il Bugiardello
Il Bugiardello Alberto Sperotto, presidente del Comitato contro il Traforo, ha spedito questa lettera alla Redazione di L'Arena, chiedendo maggiore onestà intellettuale e un m... 1882 views redazione
Come si formano i buchi neri
Come si formano i buchi neri Panta rei, ovvero “La morte di una stella”.Il prof. Giorgio Cecchetto, noto per la la sua brillante militanza nelle aule del liceo Fracastoro, introduce alcuni ... 3686 views giorgio_cecchetto
Informazione cafona
Informazione cafona Due casi: Foresta di Giazza e Monte Baldo.In entrambi i casi vengono spacciate per buone e sensate delle proposte che rasentano il delirio.FORESTA DI GIAZZATito... 1042 views redazione
Come cambierà Verona - prima parte
Come cambierà Verona - prima parte Giorgio Massignan propone le osservazioni di Italia Nostra al Piano degli Interventi del Comune di Verona.Il Piano degli Interventi (PI)  è la attuazione c... 853 views giorgio_massignan
Sbarbaro, Mussolini e i licheni
Sbarbaro, Mussolini e i licheni Poeta molto apprezzato da Montale, traduttore di greci antichi e di francesi moderni, Camillo Sbarbaro viene escluso nel 1927 dall'insegnamento per essersi rifi... 2206 views Mario Spezia
Il Secolo del Jazz
Il Secolo del Jazz Ancora poche settimane. E poi la mostra chiuderà i battenti al Mart di Rovereto Domenica 15 febbraio 2009 è l'ultimo giorno.Un'esposizione ricca e affascinante ... 1144 views sabrina_baldanza
Yobel!
Yobel! L'economia globale è all'affannosa ricerca di un tasto 'reset'. Farneticazioni economiche sulla natura storica irrinunciabile del giubileo, un'usanza da cui non... 1190 views Michele Bottari