Iscriviti alla newsletter della Zattera

Inserisci la tua email qui sotto e clicca su "Procedi"

L’archivione per mese

L’incoltura della vite

Siamo andati a vedere i risultati delle potature effettuate durante il mese di gennaio, quando la temperatura scendeva abbondantemente sotto lo zero durante la notte. Columella consigliava di non toccare i tralci col “ferro” durante il periodo delle gelate, ma, com'era prevedibile, nessuno gli ha dato retta.

La potatura della vite

Lucio Giunio Moderato Columella (Gades, 4 – 70) è uno scrittore romano originario della Spagna. Nel primo secolo dopo Cristo ha scritto un trattato in dodici volumi sull'arte dell'agricoltura (De re rustica), che ci è giunto integro e rappresenta la maggiore fonte di conoscenza circa l'agricoltura romana. Il testo di Columella mette in evidenza quanto accurato fosse lo studio della cura della vite nel 1° secolo dopo Cristo e quanto poco sia accurata, o additittura sconosciuta, l’arte della cura della vite ai nostri giorni.

Il carro del dio dell’oro

E' tutto un fiorire di iniziative che vorrebbero proporre una viticoltura rispettosa dell'ambiente e della biodivesità, ma in realtà nascondono una avidità smodata che non ha rispetto per niente e per nessuno.

Le vegne maregne

Sui due lati di Via Are Zovo è in atto da settimane la distruzione definitiva degli ultimi prati aridi rimasti sulle dorsali delle colline veronesi.

Che acqua beviamo?

Tutti giurano che l'acqua del sindaco è la miglior acqua potabile che ci sia, però non la beve quasi nessuno. Cerchiamo di capire come sta la nostra acqua e come viene gestita dagli enti preposti.

Acqua e vino non vanno d’accordo

In Valpolicella siamo in piena emergenza idrica. Il consumo di acqua per l'irrigazione dei vigneti ha raggiunto livelli insostenibili e di fatto nessuno è in grado di controllare le migliaia di pozzi artesiani impiegati per irrigare le vigne e gli ulivi.

A chi interessano i cipressi?

Uno degli elementi essenziali del paesaggio italiano, il cipresso, sta attraversando una fase critica e probabilmente nel giro di qualche anno sparirà dai nostri orizzonti.

Negrar: nuovi vigneti nel SIC

Grande delusione in Valpolicella: la nuova amministrazione di Negrar a trazione PD sta riproponendo la vecchia politica fatta di favori, clientele e ignoranza delle più elementari regole di rispetto per l'ambiente.

Felix Agroecologia!

Il governo in questi giorni ha sparato due bordate all'ecologia delle nostre colline, la prima infischiandosene della direttiva nitrati la seconda favorendo la speculazione vitivinicola.

Le Ville Venete della Valpolicella sono con Gabriele Fedrigo

Il sasso sta muovendo una frana. Su numerose ville venete della Valpolicella stanno comparendo le stesse scritte che Fedrigo ha appeso alle finestre della sua casa a San Vito di Negrar. L'intimidazione di Dal Negro sta ottenendo l'effetto opposto a quello desiderato. I proprietari delle ville si schierano con Fedrigo e l'iniziativa di protesta si sta estendendo a macchia d'olio.

Lo sviluppo della Valpolicella

Barbiaghe
Agli ex sindaci e ai sindacalisti schierati con il Cementificio vorremmo far notare che il mondo è recentemente cambiato parecchio.

Un passo avanti in Valpolicella

Vaio Siresòl in Valpolicella
I comuni di Negrar, San Pietro Incariano, Marano di Valpolicella, Fumane, Sant’Ambrogio di Valpolicella, hanno concordato le regole per l’impiego di prodotti fitosanitari nel trattamento delle viti e di altre colture .

Il virus infesta la Valpolicella

Domenica 26 giugno ore 19.00, a casa di Giulio a Negrar, in loc. Castelletto Mario Spezia presenta Gabriele Fedrigo: “Negrarizzazione” ed. Qui Edit. Reading Notturno di Stefano Zampini con Margherita Sciarretta (voce) e Fabio Vidali (musiche). Sarà allestito un buffet con prelibatezze e libagioni.

Grida di dolore

Opera teatrale, di danza e di musica in 3 atti, dedicata a Marezzane. Giovanni Beghini è un medico di base della Valpolicella, è uno dei fondatori dell'associazione Terra viva, da sempre impegnato nella difesa della salute e dell'ambiente.

Vino a chilometri zero, Valpolicella apripista

A Marano undici produttori incontrano i consumatori in punti promozionali o nelle cantine, dove si possono gustare i prodotti tra abbinamenti deliziosi e percorsi olfattivi.

Aqua(ME)rdens

Quando la nemesi ambientale è in agguato

Valpolesela domila, in prosa e poesia.

Riporto alcuni stralci dal bel articolo di Bartolo Fracaroli "Tornano le api, si salva la coltura del miele", comparso su L'Arena del 14 gennaio 2010 e continuo con la mia "Valpolesela 2000", di dieci anni fa, ma purtroppo attualissima,