Iscriviti alla newsletter della Zattera

Inserisci la tua email qui sotto e clicca su "Procedi"

L’archivione per mese

Adigeo ha già il parcheggio pieno

Il parcheggio di Adigeo, ex-Officine Adige, è già pieno. Non sono le auto dei clienti, ma i furgoni dei fornitori.

.

.

Fervono i lavori alle ex-Officine Adige, dove stanno costruendo Adigeo, l’unico centro commerciale che sarà visibile dallo spazio.

Pare che Astrosamantha, osservando la terra dall’orbita della Stazione Spaziale Internazionale, avesse chiesto a Houston delucidazioni sulla voragine che aveva notato vicino al casello di Verona Sud, all’altezza del Bauli. La risposta di Houston pervenne dalla voce del nostro amato sceriffo, che via telefono informò Samantha dello stato dei lavori del centro commerciale più grande d’Europa.

All’astronauta non gliene poteva fregare di meno, ma per il Sindaco ex-“più amato dagli italiani“, Adigeo rappresenta l’unica mega-boiata che la presente amministrazione riuscirà a far completare prima della sua naturale scadenza.

Dopo i miserabili fallimenti di Ca’ del Bue, Traforo delle Torricelle, Filobus, si temeva infatti che l’amministrazione Tosi non sarebbe riuscita, in ben due mandati, a deturpare in maniera significativa la città. La riscossa l’hanno data, per fortuna, i centri commerciali: prima l’assaggio del Migross al Pestrino (che comunque logisticamente concorre all’oscar per il supermercato più inutile d’Italia), poi il Bricoman in ZAI. Ma la vera sequenza da KO sarà l’uno-due Esselunga-Adigeo, entrambi collocati tra la Fiera e il casello di Verona sud.

A cosa servirà tutta questa offerta commerciale, nell’era dell’esplosione del commercio elettronico, e in una città che non arriva a 260.000 abitanti? Se lo stanno domandando da anni schiere di urbanisti ed economisti, ma ciò non è bastato a scoraggiare i copiosi capitali per la costruzione, giunti chissà da dove.

Per il momento i nostri lungimiranti governanti si lustrano gli occhi osservando il parcheggio di Adigeo, strapieno. Sì, è vero, non sono le auto dei clienti (del resto il centro deve ancora aprire), ma solo i furgoni dei lavoratori che stanno ultimando l’opera, domandandosi se, da chi e quando saranno pagati.

Nel frattempo siamo noi a domandarci: quando il centro sarà aperto, il parcheggio sarà altrettanto pieno?

13 comments to Adigeo ha già il parcheggio pieno

  • micdallo

    Noto un Bottari in forma smagliante, ma che povera questa Borgo Roma di traffico ostello e che povera mia mamma che ci abita proprio di fronte . Dai che ghe faremo far l’ennesima marcia a Mantovani …

  • mario

    Verona è una città di dementi che eleggono i migliori tra loro per farsi governare nella maniera più demenziale possibile. Così nessuno si meraviglia che venga creato un colossale centro commerciale in una zona schiacciata fra due quartieri (Borgo Roma e Golosine) servita da una rete viaria insufficiente e difficilmente migliorabile.
    Ma c’è di peggio. Sul Corriere di stamattina Lillo Aldegheri interroga i dirigenti del Comune di Verona sulla vicenda della villa romana alla Passalacqua. Il Dirigente che ha fatto il ricorso al TAR spiega: «Adesso c’è un vincolo di tutela totale: si blocca tutto, insomma».
    Cosa era previsto in quell’area? «L’impresa Sarmar doveva acquistare l’area ed edificarla. La Sovrintendenza non vieta adesso l’alienabilità ma si riserva di dare le autorizzazioni dopo aver visto tutto quello che c’è sotto terra. Noi quindi possiamo ancora vendere l’area. Ma l’impresa accetterà di comprare sapendo che ci saranno altri carotaggi, scavi e magari altri stop ai lavori?».
    Dementi e smemorati.
    Comune di Verona 2011: “Il progetto, a costo zero per il Comune, sarà realizzato reimpiegando nell’ambito complessivo i proventi derivanti dall’alienazione delle aree ad edilizia libera e convenzionata”.
    Riqualificazione del complesso ex caserme S.Marta e Passalacqua http://www.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=18300
    Passalacqua: 32 milioni buttati al vento http://www.veramente.org/wp/?p=17173
    Passalacqua, chi offre di più? http://www.veramente.org/wp/?p=5430
    Poi ci sarebbe il capitolo Pedemontana, con Tosi che attacca Zaia sulla tassa IRPEF quando fino a ieri Tosi attaccava Zaia perchè frenava sulla Pedemontana: “Dal Mose, alla Via del mare, fino alla Pedemontana, e’ sbagliato, come ha fatto il governatore del Veneto Luca Zaia, fermare tutta una serie di opere pubbliche perché ci sono delle indagini in corso. “Se si fa così, in Italia, non se ne fa nemmeno una”. E’ l’opinione del sindaco di Verona e candidato alla presidenza della Regione”. http://www.bellunopress.it/2015/05/18/tosi-a-ruota-libera-a-tribuna-elettorale-su-rai3-zaia-ha-sbagliato-a-fermare-le-opere-per-le-indagini-berlusconi-e-finito-salvini-consegna-il-paese-a-renzi/
    http://www.oggitreviso.it/node/108447?fb_comment_id=812981335461094_813146558777905#f1ebcbfbc3136fe

  • Mark

    Quante imprecisioni leggo in questo articolo…
    Innanzitutto non si tratta del centro commerciale più grande d’Europa, se volete fare un’affermazione del gente dovete mettere i puntini sulle i e specificare cosa state dicendo.
    Riguardo il discorso del parcheggio, quello che vedete ora occupato dai furgoni del laboratorio non è il parcheggio del centro commerciale, esso infatti occupa due piani interrati proprio al di sotto della struttura.
    Lo spazio esterno di cui state parlando verrà reso disponibile come parcheggio per i visitatori del Vinitaly.

  • mario

    A voler essere precisi Adigeo è solo un elemento del complesso di centri commerciali che si affacceranno su Viale del Lavoro: “Si tratta del secondo intervento privato che prende forma nel grande ridisegno di Verona sud dopo il Crowne Plaza, che però è più defilato verso via Roveggia, e che va ad affiancarsi agli altri progetti già in pista lungo questo asse stradale nord-sud. Chi entra in città infatti si troverà sulla destra prima il nuovo Verona Mall nelle ex Officine Adige, poi l’Esselunga di fronte alla Fiera dove c’è oggi il grande parcheggio a raso; poco dopo nelle vecchie celle frigorifere tra un paio d’anni aprirà Eataly di Oscar Farinetti e infine, passato il cavalcavia di viale Piave, sulla destra ci sarà il centro commerciale delle ex Cartiere. Senza contare che su questo asse urbanistico insistono altri contenitori come l’ex Manifattura Tabacchi per le quali è previsto un recupero commerciale-alberghiero”.
    http://www.larena.it/home/ruspe-all-39-ex-officine-adigenuovo-centro-commerciale-1.3206187
    A Mark deve comunque essere sfuggito il tono sarcastico dell’articolo di Michele.

  • Tilio

    A proposito di Megaboiate: Zaia reintroduce l’addizionale Irpef (per 600mila Veneti) per pagare la Pedemontana Veneta, che doveva costare 800 milioni di euro e invece secondo la Corte dei Conti costerà 2,5 miliardi di euro.
    Doveva essere finanziata dai privati, attraverso il Project Financing. Invece non si sono trovati gli investitori, e ora la pagheranno i cittadini con le tasse.
    Ma le brutte sorprese non finiscono qui. Oltre al danno, pure la beffa. Potrà sembrare assurdo, ma i veneti la Pedemontana la pagheranno due volte: a differenza di quanto promesso, sulla Pedemontana si pagherà anche il pedaggio! http://m.larena.it/territori/citt%C3%A0/pedemontana-sull-irpef-scoppia-la-bufera-1.5550484

    http://www.salviamoilpaesaggio.it/blog/2012/04/pedemontana-veneta-quando-la-superstrada-diventa-marchio-turistico/

  • Roberto

    Concordo con tutti voi, assurda questa mega struttura commerciale in una città di medie dimensioni già soffocata dal traffico. A che serviva qui che già siamo saturi di centri commerciali? Verona diventerà il polo degli acquisti per tutto il nord e centro Italia?
    Tanta gente si è illusa che Adigeo avrebbe portato lavoro a migliaia di disoccupati veronesi, in realtà come sempre accade, ne hanno beneficiato in pochi; hanno preso solo quelli che facevano comodo a loro (per lo più giovani, pieni di ambizioni che andranno deluse, facilmente sfruttabili e sostituibili) lasciando a bocca asciutta molti altri che hanno perso il lavoro in età già avanzata e che magari avevano esperienza da vendere..
    Intanto prima ancora di aprire Adigeo si da un gran da fare sui social; hanno una pagina facebook dove gli admin (presumo studentelli pagati a voucher) non risparmiano i trionfalismi, immagini di grandezza, e viene sistematicamente bannato ogni commento contrario. Ottimo biglietto da visita…

  • mario

    “Come ha detto Nietzche, l’irrazionalità collettiva non è l’eccezione ma la regola. La degenerazione dell’ambiente è già ora gravissima: le morti annue per l’intossicazione dell’aria crescono ben più di quanto siano cresciute quelle del terrorismo. Sono 6,5 milioni di morti nel mondo: dati ufficiali (OMS), ma quanti li conoscono? I morti per l’aria avvelenata non riguardano solo i paesi poveri: in Italia sono 83.000 (oltre 400.000 in Europa: Agenzia Europea per l’Ambiente). Per la stampa è più appetitoso parlare di terrorismo, anche se i morti per terrorismo islamico in Italia sono ancora zero”.
    Luigi Zoja – Le nostre paure sbagliano mira – L’Espresso 12 marzo 2012.

  • mario

    Sembra che stamattina ci sia un certo ingorgo sulla tangenziale sud e in zona Fiera.

  • Mark

    Appena passato in tangenziale, non mi sembra proprio!

  • Riot

    Assolutamente pienissimo….

  • mario

    continuiamo a progettare nuovi attrattori di traffico e nuove strade all’interno dei grandi centri urbani – vedi Verona – anche se questi centri patiscono da anni un pesante inquinamento atmosferico, ben oltre i limiti di sicurezza.
    http://www.veramente.org/wp/?p=20794

  • Michele Boscato

    Chi ha scritto questo articolo evidenzia una scarsissima preparazione in campo socio-economico tipico della categoria del giornalista arrogante-radical-chic. Siete capaci SOLO di lamentarvi.
    Sareste capaci di trovare qualcosa di negativo e immorale anche se vi regalassero soldi.

    Adigeo ha creato CONCRETAMENTE più di 1000 posti di lavoro e concorre a riqualificare un’area degradata oltre che un intero quartiere che non gode certo di buona fama a Verona. Oltre a ciò la sua costruzione e gestione è a carico di aziende PRIVATE con fondi PRIVATI.

    Prima di scrivere articoli faziosi bisognerebbe ragionare.
    Sono articoli del genere che fanno capire la bassezza e la miseria del popolo italiano.

  • Signor Boscato, la ringrazio per i complimenti. Sono contento che le sia piaciuto l’articolo.

    Michele Boscato ha scritto:
    Chi ha scritto questo articolo evidenzia una scarsissima preparazione in campo socio-economico tipico della categoria del giornalista arrogante-radical-chic.
    Peccato che io non sia giornalista, ma economista, e tra i miei studi ci sia anche la sociologia. Sulla mia preparazione, le lascio comunque il diritto di giudicarmi, anche se la invito a leggere prima qualche mio altro articolo, cliccando la voce “Economia” nella colonna categorie qui a fianco.

    “Siete capaci SOLO di lamentarvi.
    Sareste capaci di trovare qualcosa di negativo e immorale anche se vi regalassero soldi.”

    Vi sono in realtà poche cose che io reputo immorali. Ma sicuramente ‘regalarmi dei soldi’ rientra in questa categoria.

    “Adigeo ha creato CONCRETAMENTE più di 1000 posti di lavoro e concorre a riqualificare un’area degradata oltre che un intero quartiere che non gode certo di buona fama a Verona.”
    Contare semplicemente gli addetti è troppo facile per valutare la creazione di posti di lavoro da parte di un progetto. Occorrerebbe valutare la ricaduta al netto dei posti di lavoro distrutti. Anche un bambino sa che un centro commerciale distrugge i negozi e le attività di vicinato. E questo in una città che trae la sua agiatezza dal commercio e dal turismo non è lungimirante.

    Per quanto riguarda il degrado, è vero, la zona ZAI/Borgo Roma non gode certo di buona fama, però la colpa non è dei drogati capelloni come pensa lei, ma del traffico che la sta soffocando. Anche qui, popolare la zona di centri commerciali e parcheggi non è un’operazione lungimirante.

    Oltre a ciò la sua costruzione e gestione è a carico di aziende PRIVATE con fondi PRIVATI.
    Se lei conosce bene l’origine dei capitali che sono stati investiti incautamente in un’attività che molti prevedono fallimentare, ci illumini: siamo curiosi.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>