Iscriviti alla newsletter della Zattera

Inserisci la tua email qui sotto e clicca su "Procedi"

L’archivione per mese

In Albania

Brevi impressioni da un viaggio a ritroso sulla tratta dei gommoni..

Parco del Lazzaretto

Sembra che nessuno abbia spiegato ai nostri amministratori che una parte del nostro territorio va anche conservata e protetta.

Il tunnel del Baldo

La scarsa lungimiranza di certi sindaci li porta a riproporre modelli di sviluppo vecchi e controproducenti.

Legge Obbiettivo Regionale: rieccola!

Basterà che dalla Regione si dica un VORREI… e già vedremo fiorire nuove autostrade gestite privatamente per 40 anni anche trasformando strade o tangenziali ora percorribili gratuitamente.

Il Federalismo retrocede il Catullo ad Aeroporto di serie B

Il federalismo arriva anche negli aeroporti e si abbatte come un fulmine sull'aerostazione di Verona.

I sondaggi loffi del Comune di Verona

Il Comune di Verona commissiona un sondaggio sul traforo con la clausola di poter variare il risultato.

Impressioni del Baldo

All'orto botanico di Novezzina una mostra fotografica di Roberto Caliari e molto altro.

Ottimisti e pessimisti

Siamo destinati a essere cancellati dalla faccia della terra, oppure possiamo guardare con fiducia alle magnifiche sorti e progressive dell'umana gente? Il dibattito è aperto.

Spiansa, bacàn

Una sera di mezza estate vedo Flavio, il presidente del Carpino e gli chiedo come va con i sbancamenti per l’impianto di nuovi vigneti dalle parti del Maso. “Tasi, che j’à pena spiansà”, riferendosi ai vecchi. Ecco allora questa dovuta invettiva contro la maggioranza dei nostri avidi “vignaiuoli”, cioè i “Bacani”, in particolare quelli che nei loro siti web si fanno immortalare immancabilmente con la famiglia a fianco delle botti di rovere e con il calice di rosso scintillante in mano.

Giovanni Sollima – WE WERE TREES

Un bellissimo CD del grande violoncellista siciliano con un testo di Patti Smith.

Un Nuovo Mondo – 1

"Io ho scelto la via dell'egoista e del religioso, e considero i doveri verso l'esterno secondari rispetto ai doveri che abbiamo verso la nostra anima. Ho consolidato in me la convinzione che la mia anima rappresenti, in piccolo, una parte dell'evoluzione dell'umanità, e che in fondo il minimo sussulto del nostro Io interiore sia non meno importante della guerra e della pace nel mondo esterno"..... H. Hesse