Iscriviti alla newsletter della Zattera

Inserisci la tua email qui sotto e clicca su "Procedi"

L’archivione per mese

La sagra dei Osèi de Sisàn

Dall'8 al 12 settembre si svolge a Cisano la tradizione Sagra dei Osei, una manifestazione che ai nostri giorni appare anacronistica ed offensiva di una sensibilità sempre più attenta alla protezione della fauna selvatica.

Il cacciatore perde il pelo . . .

I cacciatori vorrebbero spacciarsi per ambientalisti, la loro rivista si dà un gran da fare per accreditare questa nuova immagine, ma poi, alla prova dei fatti, il palco crolla miseramente.

La rottamazione della tutela ambientale

Giorno dopo giorno, da anni, viene demolito con decreti legge e con la prassi corrente il complesso sistema di norme e di presidi che aveva garantito negli ultimi 50 anni un minimo di tutela ambientale. Avanti di questo passo per flora, fauna e ambiente sarà uno sfacelo.

Con la caccia a tutela dell’ambiente

Si presenta con questo titolo l’ultimo numero di IL CACCIATORE ITALIANO, organo ufficiale di Federcaccia. L’intera pubblicazione tenta, malamente, di accreditare i cacciatori come “veri ambientalisti”. Peccato che l’Europa abbia ripetutamente emesso provvedimenti d’infrazione contro l’Italia per la caccia illegale alle specie protette.

Cassadori

Dedicata al Presidente di Federcaccia che più che ai lupi pericolosi, dei compagni mirò ai prosi.

Bosco: Il teatro dello scontro sui lupi

“Lessinia: L’Altopiano dei silenzi” è una delle ultime fatiche letterarie che parlano dei paesaggi e della natura della Lessinia. Che stridore questo titolo con la caciara e il baccano inscenati al Teatro Vittoria di Bosco in occasione della conferenza sul lupo, sabato 20 settembre

Tosi spara cazzate in violazione delle leggi nazionali ed europee

Il sindaco non ha alcun potere di concedere a chicchessia la facoltà di usare il fucile in prossimità delle case. Il Prefetto avrebbe dovuto ricordare immediatamente a Tosi quali sono i confini del suo mandato

La competitività declinata secondo il governo Renzi

Il Decreto del governo Renzi che passa sotto il pomposo nome di “competitività”, è un insieme di modifiche o integrazioni di altre normative di settore che negli intenti della maggioranza dovrebbero semplificare l'attività delle aziende in diversi campi economici e della produzione, che vanno dall'agricoltura alla gestione dei rifiuti. Con risultati sorprendenti.

La logica dello sterminio

Una logica apparentemente ferrea: il valore di ogni cosa è dato dal suo prezzo, quindi una cosa senza prezzo è anche senza valore e può essere eliminata senza scrupoli.

Le riserve di caccia dei Riello a Ronco all’Adige

Ovvero di come un po’ tutto stia passando di mano dal pubblico al privato, compresi i finanziamenti pubblici già stanziati.

Drastica riduzione delle lepri e i cacciatori non sanno darsi una ragione

Un interessante articolo della rivista Il Cacciatore, organo ufficiale della Federazione Ufficiale delle Caccia, affronta il tema scottante del forte calo di popolazione delle lepri, riscontrato, guarda caso, durante i prelievi di rifornimento per la caccia. Il consiglio finale lascia esterrefatti.

Le percentuali farlocche dell’indagine confezionata dalle associazioni dei cacciatori

Codirosso spazzacamino sul Malera (foto m.s.)
Secondo la ricerca commissionata da CNCN (Comitato Nazionale Caccia e Natura), associazioni venatorie riunite in FACE Italia (Federcaccia, LiberaCaccia, Enalcaccia, Anuu Migratoristi) e Arcicaccia ad Astra Ricerche, il 56% degli italiani sarebbe favorevole ad un'attività venatoria regolamentata. Peccato che tutte le indagini serie fatte fino ad oggi diano risultati del tutto differenti.

L’Orso, il Lupo e la Lince

Ero presente al convegno su «l'Orso, il Lupo e la Lince», che si è tenuto a Bosco Chiesanuova sabato 29 giugno. A organizzare il convegno è stata l'Associazione dei Cacciatori della Zona Alpi (acronimo ACZA). L'incontro è stato molto interessante non solo per la qualità degli interventi, ma anche per l'attualità dell'argomento.

Bocciata la legge regionale sugli appostamenti fissi

appostamenti in Val d\'Alpone
Oggetto: Necessaria l’autorizzazione paesaggistica per gli appostamenti fissi di caccia. L'assessore provinciale Venturi è costretto ad adeguarsi alla sentenza della Corte Costituzionale anche per quanto riguarda gli appostamenti sul basso lago.

La caccia secondo Mario Rigoni Stern

Castelberto, foto di Cristiano Izzo
Vita sempre più difficile per le aquile sui nostri monti. Il codice d'onore in vigore ai tempi di Rigoni Stern è stato seppellito con gli uomini che si onoravano di rispettarlo.

Caccia: UDC e PD sulle tracce della Lega

foto con trofei
Giovedì 11 aprile scorso è stata approvata dal Consiglio Regionale Veneto (con una astensione e un voto contrario) la Legge “Iniziative per la gestione della fauna selvatica nel territorio regionale precluso all'esercizio della attività venatoria”. Una proposta dell’UDC, alla quale si è immediatamente accodato il PD.

Rimborsi ai proprietari di fondi invasi dai cacciatori

Lo sanno in pochi, ma tutti i proprietari di terreni, anche piccoli, nelle campagne italiane vantano un credito con le istituzioni e finalmente, dopo anni di botta e risposta, questo debito dovrà essere saldato. A fine 2012, ad esempio, la regione Veneto ha confermato che pagherà il rimborso per la servitù venatoria, che in poche […]

Strage per divertimento sul lago di Garda

cormorano (da Promiseland.it)
Venturi si dimostra un campione di dizinfomatja (дезинформация). Peccato, perchè la sua funzione di assessore provinciale all'ambiente gli imporrebbe di essere un campione di tutela.

Piano faunistico provinciale: i valichi (1)

La migrazione degli uccelli è un evento spettacolare quanto misterioso.

Lettera a Zaia sulla caccia in deroga

cincia
OGGETTO: procedura di infrazione 2004/4926, Commissione c. Repubblica Italiana in tema di caccia in deroga. Diffida avverso approvazione di atti autorizzativi della caccia in deroga in Regione Veneto.