www.veramente.org
Informazione e ambiente veronese

Il furore ambientalista della Regione Veneto

 

Ha dell'incredibile la modalità con cui nel solo Veneto sono stati messi fuori uso, da un giorno all'altro, 1.218.768 mezzi.

Il comportamento della Regione Veneto in materia ambientale è perlomeno sorprendente: totale indifferenza per decenni e poi di colpo un decreto di questa portata senza alcun preavviso. Qui gatta ci cova!
Fca, a settembre immatricolazioni -40,33% Nei nove mesi vendite in Italia in calo del 10,56% Le immatricolazioni di Fca in Italia nel mese di settembre sono state 28.136, il 40,33% in meno dello stesso mese del 2017. La quota scende dal 28,16% al 22,5%. Nei nove mesi il gruppo ha venduto 398.015 vetture, con un calo del 10,56% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. La quota dei 9 mesi è pari al 26,69% a fronte del 29%.
http://www.ansa.it/canale_motori/notizie/industria/2018/10/01/auto-2537-vendite-a-settembre-in-italia-fca-giu-del-4033_55a2a57c-53f4-4d5c-8e54-4d8ae750e4c6.html

Auto, settembre in profondo rosso: Fca (-40,3%) trascina al ribasso (-25,3%) le vendite in Italia. Il segno meno, in realtà, ha interessato quasi tutte le case automobilistiche: Volkswagen ha perso quasi il 30%, Renault il 48%, Citroen oltre il 15%, Audi oltre il 50%, Bmw si ferma a -15%. Contengono le perdite Peugeot (-6,4%) e Ford (-9,6), mentre resta in terreno positito Toyota.
https://www.ilsole24ore.com/art/motori/2018-10-01/auto-settembre-profondo-rosso-fca-403percento-trascina-ribasso-253percento-vendite-italia--172432.shtml?uuid=AEkcluCG

Da oggi scattano le misure anti-smog previste dal "Nuovo accordo per la qualità dell'aria nel bacino padano", frutto dell'accordo tra il Ministero dell'Ambiente e le regioni Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto. Si tratta di un pacchetto che prevede limitazioni alla circolazione per le auto con motorizzazioni benzina e diesel più vecchie, dunque più inquinanti: il provvedimento dovrebbe rimanere in vigore fino al 31 marzo del prossimo anno, salvo eccezioni che poi vedremo, e coinvolgerà circa 1,1 milioni di automobili. In realtà, è proprio su tempi, modalità e relative esenzioni che c'è una gran confusione...
https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/01/smog-dal-1-ottobre-il-blocco-dei-diesel-euro-3-al-nord-coinvolte-11-milioni-di-auto-ecco-chi-puo-circolare-e-dove/4659101/

A firmare le ordinanze che stoppano i veicoli saranno i sindaci che, però, stavolta non ci stanno e bussano alla porta della Regione. Di ieri un documento congiunto di Verona, Belluno, Padova e Rovigo che dice: "Staremo ai patti ma vorremmo che anche Ministero e Regione facciano la loro parte contenuta nell'Accordo per il Bacino Padano siglato lo scorso anno, da una campagna informativa efficace a un vero investimento nel trasporto pubblico passando per la riduzione del bollo per le auto che resteranno ferme".
https://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/cronaca/18_settembre_27/smog-ferma-milione-auto-quattro-capoluoghi-protestano-dd597952-c228-11e8-9f41-2af1ab38b2d5.shtml

L'assessore Bottacin: "Dalla Regione 300 milioni per migliorare l'ambiente"
L'Arena lunedì 01 ottobre 2018 CRONACA, pagina 7
Arrivano anche in laguna le polemiche su iniziative antismog e blocco delle vetture Euro 3. L'assessore all'ambiente del Veneto, Gianpaolo Bottacin, replicando ad alcune critiche rivolte alla Regione ha diramato una nota. "Un anno fa" afferma, "proprio su richiesta dei Comuni, la Regione ha finanziato i Comuni per l'informazione ai cittadini. Così come sono state elencate tutte le misure attivate dalla Regione negli ultimi tre anni per combattere lo smog, con stanziamenti vicini ai 300 milioni: nuovi bus, nuovi treni, elettrificazione, bike sharing, efficientemente energetico degli edifici, piste ciclabili, rottamazione stufe e auto". E incalza: "Alla luce delle dichiarazioni di questi giorni, è facile capire che alcuni amministratori avrebbero voluto che fosse la Regione a fare la parte del "cattivo" ma è bene tornino con i piedi per terra e si assumano le loro responsabilità. In caso di inadempienza", conclude, "ci potrebbe essere un addebito di responsabilità per non aver perseguito ogni possibile misura nel conseguimento dell'obiettivo della salute pubblica".

Scrivi un commento

Utente anonimo: Mario

d'accordo

Diciamo la stessa cosa: è una illusione quella di risolvere i problemi dell'inquinamento dell'atmosfera sostituendo il gasolio col metano. In realtà cambi solo il tipo di inquinamento. Quello di cui c'è bisogno è consumare meno combustibile fossile, ma questa ipotesi non viene neppure presa in considerazione.
Redatore: Michele Bottari

L'inquinamento atmosferico non è solo 'effetto serra'

Mario: "Abbiamo scoperto che un passaggio ai veicoli alimentati a gas naturale compresso conduce ad un maggiore forcing radiativo del clima [...]"
Sì, però non c'è solo l'effetto serra. Chi vive in città, soprattutto in pianura padana, dovrebbe preoccuparsi di più per gli NOx, e di quelli, il metano non ne produce.

Combustibili puliti: ancora parole al vento
Utente anonimo: Mario

Il metano dà una mano al clima?

Abbiamo scoperto che un passaggio ai veicoli alimentati a gas naturale compresso conduce ad un maggiore forcing radiativo del clima rispettivamente per 80 anni, nel caso di sostituzione di veicoli [leggeri] a benzina, e 280 anni, nel caso di sostituzione di veicoli [pesanti] diesel, prima di iniziare a produrre benefici.[3]
https://aspoitalia.wordpress.com/2014/03/06/il-metano-da-una-mano-al-clima/
Utente anonimo: Mario

Codacons lancia una class action

Il Codacons ha deciso quindi di intervenire e ha pubblicato sul proprio sito www.codacons.it il modulo di diffida attraverso il quale i proprietari di automobili Diesel Euro 3 o inferiori residenti in Veneto possono chiedere la corresponsione dei contributi per la sostituzione della propria automobile, l'immediata revoca dell'accordo, e l'adozione di tutti gli atti idonei a riconoscere un indennizzo economico per il danno subito. Non solo. Gli automobilisti coinvolti potranno fornire la pre-adesione alla class action allo studio dell'associazione volta a tutelare i loro diritti".
Redatore: Michele Bottari

Re: Quanta co2 serve per produrre un nuovo veicolo?

Pierluigi: noi lo dicevamo in tempi non sospetti: vedi L'auto dell'ecofighetto.

Il problema è che adesso è diventato un refrain di moda, come scritto in questo articolo: Clima: auto elettrica peggio del diesel? E per contro, esistono studi che dicono esattamente il contrario: Diesel: l'assassino silenzioso. Chi ha ragione?

In soldoni, se chi ti paga è la Volkswagen, allora andrai a misurare la CO2 complessiva, dimostrando che le auto a gasolio sono ben competitive con le sopravvalutate auto elettriche. Se invece ti paga Tesla, per esempio, andrai a misurare i letali NOx, dimostrando che il diesel è un assassino.

E noi cittadini come ci regoliamo? A seconda del danno più impellente: chi sta in Sardegna può permettersi di pensare alla CO2 e al clima. Chi sta in pianura padana è meglio che pensi agli ossidi di azoto, ne va della sua vita.

Ovviamente, su mobilità integrata e politici, sono pienamente d'accordo.
Utente anonimo: Pierluigi Tacinelli

Quanta co2 serve per produrre un nuovo veicolo ?

Una semplice domanda quanta co2 serve per far si che la minor quantità di co2 prodotta dall'auto nuova vada a pareggio con il costo ambientale di produzione dell'auto nuova?

A me risulta solo la produzione dell'auto nuova 200.000 km poi serve co2 anche per smaltire la mia vecchia auto...

Ma quanto cialtroni sono questi politici? Quanto ignoranti, privi di cultura, privi di capacità di analisi, privi di buonsenso... E' fin incredibile... ad ogni generazione mi dico al peggio non c'è mai fine... e subito dopo ce n'è uno peggio...

Nessuno che faccia una politica integrata di mobilità sostenibile, un progetto, che si ponga un obiettivo che non sia quello populista di cavalcare l'ondata di opinione pubblica...
Utente anonimo: Liver

Sì, vabbè

Sì, vabbè: dietro ogni decisione c'è una lobby che ci guadagna. Ma è anche vero che la situazione in pianura padana non è più vivibile.

Secondo me, con le attuali deroghe (car pooling, anziani, incapienti, etc.) il decreto è ancora troppo permissivo.

Quando smetteremo di circolare su queste maledette camere a gas ambulanti (sottoscritto compreso, ahimè) sarà sempre troppo tardi.